Venezuela: Chavez si aumenta lo stipendio del 638%

Pubblicato il 26 Ottobre 2009 16:30 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2009 16:40

Hugo Chavez

La cifra messa a disposizione dalle Casse dello Stato alle esigenze di Hugo Chavez, presidente-dittatore del Venezuela, aumenta dell’iperbolica cifra del 638 per cento, salendo a 1545 milioni di dollari, pari a 1027 milioni di euro. La decisione di rifornire la presidenza di un fondo di queste proporzioni per viaggi, sicurezza e donazioni al popolo è stata presa  dal Ministro del Potere Popolare per le Finanze ed è passato davanti al vaglio dell’Assemblea Nazionale.

Con questa misura il governo di Chavez vuole tirarsi fuori dalle difficoltà economiche della gestione precedente, costretta a far varare decreti per supplire ai “vuoti” nelle esigenze finanziarie della presidenza. Non tutti quei soldi sono diretti personalmente a Chavez. Una fetta di 9,5 milioni di dollari sono esplicitamente bloccati per donazioni al “popolo sovrano”: una specie di cassa con la quale il presidente alimenta otto fondazioni, che assistono programmi sociali. Insomma, siamo in piena politica bolivariana, la strada intrapresa dal vulcanico presidente venezuelano che, appoggiandosi sulle immense riserve petrolifere, sta rinforzando il suo sistema di potere.

Prima del varo delle misure finanziarie, Chavez aveva realizzato una grande manovra di riforma militare, fondando una milizia popolare e investendo molti capitali nella modernizzazione dell’esercito. La decisione aveva fatto seguito a massicci acquisti di armi dalla Russia di Putin. Perchè si arma Chavez? Per aumentare l’influenza della sua democrazia desarollista bolivariana e per difendere il Venezuela da grandi rischi di destabilizzazione del Continente sudamericano, dove gli equilibri tra le forze in campo si stanno modificando.