La rassegna stampa locale e le prime pagine dell’ 11 luglio 2013

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Luglio 2013 9:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2013 9:41

ROMA – La rassegna stampa locale e le prime pagine dell’ 11 luglio 2013.

L’abolizione dei vitalizi divide i consiglieri. Il Messaggero Veneto:

“Via il vitalizio, tutti d’accordo. Forse. È sulla sostituzione dell’ex e costoso (per le casse pubbliche) sistema di pensione che si dividono centrosinistra e centrodestra, ma anche le coalizioni. Un accordo ancora non c’è, mentre ieri alla terza riunione di un tavolo sul taglio dei costi della politica che procede spedito, è stato deciso che un gruppo ristretto elaborerà il testo della riforma da portare in Consiglio il 30 luglio. La data non si tocca. Il punto fermo è la somma da assegnare i fondi ai gruppi, che ammonterà a circa 306 mila euro complessivi, all’anno e da dividere tra gli otto gruppi che compongono l’Assemblea Fvg. Il calcolo è stato fatto in base alle norme contenute nel decreto Monti e non ci saranno deroghe.”

Vinyls, l’Oleificio dei Dal Sasso assumerà gli operai. La Nuova Venezia:

“All’indomani della sentenza del Tribunale di Venezia che ha sancito il definitivo fallimento di Vinyls Italia spa dopo 4 anni di inconcludente amministrazione straordinaria è arrivata una notizia che, finalmente, fa ben sperare per il futuro dei lavoratori in cassa integrazione altrimenti destinati al licenziamento con l’iscrizione nelle già affollate liste di mobilità dei Centri per l’Impiego. Dopo la firma del rogito con Syndial (Eni) i titolari dell’Oleificio Medio Piave Spa di Treviso – la famiglia Dal Sasso – hanno inviato una lettera ai sindacati dei chimici veneziani di Cgil, Cisl, Uil in cui chiedono un incontro per definire l’assunzione – come promesso nel verbale sottoscritto l’anno scorso – dei 130 cassintegrati di Vinyls da occupare, in prospettiva, nel nuovo oleificio che intendono costruire nei 38 ettari di aree industriali dismesse a Porto Marghera, cioè i terreni degli ex impianti del Clorosoda e del Tdi, confinanti con quelli del Cvm/Pvc di Vinyls che sono però rimaste invendute al pari degli impianti che ora verranno demoliti.”

Ruba carte di credito e compra 1.200 gratti e vinci: condannato. La Gazzetta di Mantova:

“Diventa ladro per giocare al Gratta e Vinci. Un operaio di 42 anni che abita a San Giorgio, padre di una bambina di nove anni, ha patteggiato ieri una pena di dieci mesi di reclusione e duecento euro di multa per aver derubato di soldi e carte di credito due medici dell’ospedale Poma e una barista.”

Abbandona il neonato in auto e va a fare spesa: denunciato. La Gazzetta di Modena:

“Padre ha assicurato il figlio, di appena un mese di vita, sul seggiolino anteriore per bambini della sua Fiat Stilo parcheggiata sotto il sole, erano da poco passate le 11 di oggi, nei pressi di un centro commerciale in via Vignolese. Gli ha infilato il “ciuccio” in bocca fermandolo con un nastro adesivo sulle labbra, dopodiché è entrato nel centro per effettuare acquisti.”

Sequestrato il mega villaggio turistico di Coopsette. La Gazzetta di Reggio:

“Nuova tempesta giudiziaria in casa Coopsette. I vertici del gruppo edile di Castelnovo Sotto risultano coinvolti nella inchiesta svolta dalla procura di Brescia, che ha portato ieri mattina al sequestro del nuovo borgo costruito a Campione del Garda, località del comune di Tremosine. I sigilli sono scattati su 300 appartamenti, su un parcheggio multipiano da 700 stalli e sull’Università della vela, tutti di proprietà della Campione del Garda spa, costituita e partecipata da Coopsette. Qui, a partire dal 2005, la coop reggiana aveva avviato il recupero di un ex villaggio-fabbrica, trasformato in un gioiello per velisti e vacanzieri, incastonato tra le rive del grande lago e un monte che sovrasta il nuovo borgo. Ieri il blitz della Guardia di Finanza di Brescia, che ha posto i sigilli agli immobili per i quali sussiste – si legge nel provvedimento – grave pericolo per l’incolumità pubblica. I reati ipotizzati sono lottizzazione abusiva e abuso d’ufficio. Un provvedimento che mette sotto scacco un investimento da circa 200 milioni, dal quale dipende anche il piano di ristrutturazione del debito della coop, ancora in attesa dell’omologa.”

Sevel, l’annuncio di Marchionne “Fiat investe 700 milioni ad Atessa”. Il Centro:

“Molti elogi e un rimprovero: il discorso di Sergio Marchionne agli operai della Sevel di Atessa, la grande fabbrica del Ducato, ha visto il grande capo della Fiat riconoscere alle maestranze abruzzesi il merito di essere stati protagonisti di una storia di successo, con una tiratina di orecchi finale sul probelma dell’assenteismo: «La Sevel, creata da un prato verde in una zona che, pur essendo ricca di bellezze naturali, era chiamata “la valle dei morti” perché molti giovani erano costretti a emigrare in cerca di lavoro, è riuscita a macinare un record dopo l’altro», ha detto il numero uno del gruppo Fiat. Successo che porterà il gruppo torinese a investire 700 milioni di euro per sviluppare i nuovi modelli della gamma Ducato e consolidare una leadership che già oggi vede la Sevel produrre un terzo dei furgoni che circolano sulle strade d’Europa.”

Pescara, il video incastra gli svaligiatori di slot. Il Centro:

“Le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza hanno permesso di dare un nome ai due giovani che lo scorso 30 maggio hanno svaligiato gli incassi delle slot machines del bar “Coffe & Cigarettes” di via Tirino a Pescara. I Carabinieri hanno arrestato ai domiciliari per il reato di furto aggravato in concorso Pietro Borrelli, 30 anni, e Carmine Cirelli (26) entrambi del quartiere Fontanelle.”

Si uccide per amore e lo annuncia con un video su Youtube. Il Tirreno:

“Ciao a tutti, ve voglio bene”. Sergio Pessi, 38 anni, ha intitolato così il video su Youtube fatto per salutare i suoi amici e i suoi cari prima di uccidersi, impiccandosi nella sua casa di Chantilly – vicino a Parigi – dove si era trasferito da novembre. Un accento romano, “sporcato” di livornese – perché nella città dei Quattro Mori è cresciuto fino ai 12 anni – pieno di fragilità e dolore annuncia la scelta terribile. Da qualche giorno la ragazza con la quale stava da sette anni aveva deciso di lasciarlo, cambiando casa e portando via i mobili. Una scelta che l’uomo non era riuscito ad accettare come afferma lui stesso nel video: “vi voglio bene, scusate tanto, ma senza di lei io non ce la faccio…”.”

Prostituzione minorile Arrestato ex insegnante. La Città di Salerno:

“Un insegnante di 62 anni in pensione è stato arrestato dai carabinieri a Fisciano (Salerno) con l’accusa di avere indotto alla prostituzione quattro giovani di nazionalità straniera, minorenni all’epoca dei fatti. La misura cautelare – emessa dal Gip del Tribunale di Salerno – è giunta al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno e condotta dai carabinieri di Mercato San Severino, avviata dopo la denuncia presentata nel marzo scorso da una donna di origini romene che da qualche tempo notava una certa disponibilità economica del figlio quattordicenne.”

Tagli alla cultura: «sos» dal cinema sardo, l’assessore promette. La Nuova Sardegna:

“Il cinema sardo esiste. E resiste. A muso duro contro le istituzioni, quella regionale in primis, rivendicando il diritto all’esistenza ma anche allo sviluppo. Le regole ci sono, una legge costata anni di dibattiti, ma mancano i soldi. Quelle risorse utili a dare ossigeno a un comparto in piena crescita, ricca non solo di registi affermati ma anche di capaci figure professionali, dai costumisti agli attori. Un settore d’eccellenza, cresciuto a prezzo di sacrifici, spesso nel disinteresse delle stesse istituzioni regionali. A suonare la sveglia c’è stata ieri mattina una robusta manifestazione di operatori in viale Trieste, davanti agli uffici dell’assessorato regionale alla Cultura.”