Dall’arteria mediana e dai denti la prova che l’evoluzione dell’uomo continua ancora

di Caterina Galloni
Pubblicato il 10 Ottobre 2020 8:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2020 16:43
evoluzione arteria denti

Dall’arteria mediana e dai denti la prova che l’evoluzione dell’uomo continua ancora

Continua l’evoluzione degli esseri umani a un ritmo “più veloce che in qualsiasi altro momento negli ultimi 250 anni”.

Una ricerca australiana sostiene che l’evoluzione dell’uomo continua ancora.

Gli scienziati hanno scoperto la prevalenza dell’arteria mediana che solitamente regredisce dopo la nascita ma non solo, tendono a scomparire i denti del giudizio, alcune persone hanno i piedi con delle articolazioni in più.  

Secondo uno studio condotto da Teghan Lucas della Flinders University, Maciej Henneberg e Jaliya Kumaratilake dell’University of Adelaide, negli ultimi anni è emersa la prevalenza di un’arteria dell’avambraccio, che dal 1800 circa aveva iniziato a scomparire poco dopo la nascita.

L’arteria mediana, ossia il vaso sanguigno principale che fornisce sangue all’avambraccio e alla mano del feto, scompare circa otto settimane dopo il parto, e al suo posto si formano altre due arterie, riadiale e ulnare.

Tuttavia, di recente è stato scoperto che sempre più persone hanno tutte e tre le arterie.

Arteria mediana, casi aumentati del 30%

Nel 1880 la prevalenza dell’arteria era presente in circa il 10% della popolazione, ma dal 1901 al 2000, i casi sono aumentati al 30%. Attualmente, tra le persone esaminate, è al 35%.

“Se continua questa tendenza, entro il 2100 la maggioranza delle persone nell’avambraccio avrà l’arteria mediana”, ha spiegato Henneberg.

L’arteria mediana non è l’unico indicatore che gli esseri umani sono ancora in evoluzione, poiché ci sono casi di persone nate senza denti del giudizio.

Il team sostiene che il motivo è nei volti di dimensioni più piccole e c’è meno spazio per i denti del giudizio.

Lo studio ha anche rilevato più casi di spina bifida occulta, un piccolo difetto che coinvolge una vertebra nella parte bassa della schiena.

Lucas ha affermato: “Stiamo inoltre riscontrando che molte persone nei piedi hanno più articolazioni, una connessione anomala tra due o più ossa”.  

“Alcuni invece nascono con la fabella, un piccolo osso dietro il ginocchio che era sparito con l’evoluzione”. (Fonte: Daily Mail)