Scienza e Tecnologia

Tiangong 1, la stazione spaziale cinese si schianterà sulla Terra

Tiangong-1-cina

Tiangong 1, la stazione spaziale cinese si schianterà sulla Terra

ROMA – La mini stazione spaziale cinese lanciata nel 2011, la Tiangong 1 precipiterà sulla Terra ad inizio 2018, con un rientro incontrollato. Secondo i calcoli sono improbabili danni poiché solo pochi frammenti potranno sopravvivere all’impatto con l’atmosfera. In quell’occasione, l’estremo calore e la pressione causati dall’ingresso nell’atmosfera a oltre 24.000 chilometri all’ora distruggeranno la sonda spaziale di 8,5 tonnellate.

La stazione Tiangong 1, che significa Palazzo Celeste, è attualmente in orbita a 370 chilometri di altezza e perde circa 100 metri di quota ogni giorno.

”Dai nostri calcoli – ha aggiunto Wu Ping, vice direttore del settore volo spaziale della Cina – prevediamo che la maggior parte dei componenti si disintegrerà durante la caduta in atmosfera”.

Grande quanto un autobus, il laboratorio spaziale misura 10,4 metri di lunghezza e 3,4 metri di larghezza, e sarà uno dei più grandi veicoli a rientrare in modo incontrollato sulla Terra negli ultimi due decenni. E’ più grande infatti del satellite della Nasa Atmospheric Research Satellite, andato fuori controllo nel 2011.

Tiangong 1 non è l’unica stazione spaziale che rientra in modo incontrollato in atmosfera. La stazione spaziale russa Salyut 7, che era due volte più massiccia di Tiangong 1, rientrò nell’atmosfera nel 1991, mentre la stazione spaziale Skylab della Nasa, che pesava quasi 100 tonnellate, cadde nel 1979, e alcuni frammenti finirono sul continente australiano.

Il laboratorio ha smesso di funzionare nel marzo scorso, quattro anni e mezzo dopo il lancio. Durante la sua missione, Tiangong 1 ha ricevuto tre visite da parte delle capsule Shenzhou, che significa ‘nave divina’. La prima nel novembre 2011, con un veicolo senza pilota, è servita a testare il sistema di aggancio.

Le due successive, nel 2012 e 2013, hanno portato a bordo tre astronauti ogni volta, che sono rimasti per due settimane nella piccola stazione orbitale. La Cina intanto ha già lanciato il suo secondo laboratorio spaziale, Tiangong 2, che sostituisce Tiangong 1, e che è il primo modulo della futura stazione cinese che si preveda venga completata entro il 2022.

To Top