facebook

Calendari serie A: no a teste di serie, derby e sfide infrasettimanali

Niente ‘teste di serie’; nessuna sfida infrasettimanale serale tra Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma né per i derby di Genova, Milano e Roma; nessuna concomitanza per le tre gare stracittadine.

Sono questi alcuni dei criteri adottati dalla Lega Calcio per comporre il calendario 2010-2011 della Serie A, la cui presentazione è in programma domani nelle sale di Palazzo Mezzanotte a Milano.

Nel dettaglio – spiega la Lega in una nota – non sono previste ‘teste di serie’ in modo che tutte le squadre possano incontrarsi anche alla prima o all’ultima giornata. Nei turni infrasettimanali serali non sono possibili incontri tra le Inter, Juventus, Milan, Napoli e Roma, né i derby di Genova, Milano e Roma e non vi può essere alcun incontro ripetuto rispetto al Calendario 2009-2010.

In base ai criteri selezionati, ancora, nella prima giornata non possono incontrarsi tra loro, società che si sono già incontrate nella prima giornata dei campionati 2008/2009 o 2009/2010; nell’ultima giornata non possono incontrarsi tra loro società che si sono già incontrate nell’ultima giornata dei campionati 2008-2009 o 2009-2010 mentre i club che partecipano alla Champions League (Inter, Roma, Milan e Sampdoria) non si incontrano tra loro, ne’ incontrano le Società partecipanti alla Europa League (Palermo, Napoli e Juventus), nelle giornate poste tra un turno di Europa League che prevede gare al giovedi’ e un turno successivo di Champions League (7/a, 10/a, 13/a, 15/a e 16/a giornata).

I tre derby cittadini si effettuano in giornate diverse fra loro. Nella costruzione delle sequenze di incontri in casa e in trasferta – sottolinea nuovamente la Lega Calcio – si è tenuto conto dei seguenti criteri: nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone; nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l’altra in trasferta; è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per le seguenti coppie Bari-Lecce, Bologna-Cesena, Genoa-Sampdoria, Inter-Milan, Lazio-Roma. In tutti i casi in cui ciò è stato possibile – conclude la nota – si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza.

To Top