Calcio/ Mondiali in Sudafrica a rischio a causa dello sciopero di 70mila operai. I lavoratori chiedono salari più alti

Pubblicato il 8 Luglio 2009 18:18 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2009 18:18

Mondiali in Sudafrica a rischio a causa dello sciopero degli operai. Sono oltre 70mila i lavoratori impegnati nella costruzione degli stadi che  sono scesi in sciopero oggi reclamando salari più alti.

Lo sciopero potrebbe avere ripercussioni sulle date entro le quali era prevista la completa realizzazione dei cinque stadi e di altri progetti legati alla manifestazione sportiva del prossimo anno. «Il governo ci deve aiutare, altrimenti faremo saltare i Mondiali e sciopereremo fino al 2011», ha detto il leader del sindacato nazionale dei minatori, Lesiba Seshoka.

I sindacati hanno minacciato di boicottare il campionato se la loro richiesta di un aumento salariale del 13% non sarà soddisfatta (un’offerta di incremento del 10% è stata respinta). Gli organizzatori si dicono comunque fiduciosi: i lavori verranno finiti in tempo, a meno che lo sciopero non vada avanti per mesi

Oltre ai lavori di costruzione e ristrutturazione degli stadi, a destare preoccupazione, se lo sciopero dovesse proseguire, è la conclusione di altri progetti come la ferrovia ad alta velocità che dovrebbe collegare l’aeroporto a Johannesburg che, secondo la tabella di marcia, dovrebbe essere pronta solo due settimane prima dell’inizio del campionato.