Calciomercato Milan, France Football spinge Ibrahimovic in rossonero

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2015 22:18 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2015 22:20
https://www.blitzquotidiano.it/sport/calciomercato-roma-raiola-ibrahimovic-2219261/

Ibrahimovic nella foto Ansa

MILANO – “Arrivederci Ibra e grazie di tutto”. France Football vota chiaramente affinché Zlatan Ibrahimovic lasci il Paris Saint Germain e, anche se da sola non può bastare, la spallata dell’autorevole rivista sportiva francese può avvicinare l’attaccante svedese al ritorno al Milan. I

l suo nome è da tempo in cima alla lista dei potenziali rinforzi su cui lavora l’ad rossonero Adriano Galliani. A inizio giugno Ibrahimovic, 34 anni a ottobre, si è detto favorevole all’ipotesi e ha cercato una via d’uscita con Nasser Al-Khelaifi. Ma dal presidente del Psg non ha ottenuto alcuna buonuscita, al massimo un ritocco lieve del contratto in scadenza fra un anno. Secondo la rivista che assegna il Pallone d’oro, l’avventura di Ibrahimovic a Parigi deve chiudersi qui, con un bilancio di 3 campionati vinti, due successi in Supercoppa di Francia, altrettanti nella Coppa di Lega e uno nella Coppa di Francia.

“I proprietari qatarioti – è la tesi di France Football – ora sanno che il Psg senza di lui può vincere qualsiasi competizione in Francia. E sanno che il club deve entrare in una seconda fare per continuare a sognate più in grande. Il Psg è in una fase di transizione ma Ibra non è un giocatore da transizione“. E’ invece in una fase di transizione il Milan, che deve tornare subito ai vertici in Italia per conquistare un posto in Champions, e anche per questo Ibrahimovic può essere un tassello importante per l’attacco, già impreziosito dall’arrivo di Carlos Bacca. Dopo i 30 milioni di euro spesi per il centravanti colombiano e i 20 per rinforzare il centrocampo con Andrea Bertolacci, ora Galliani lavora al colpo in difesa.

Alessio Romagnoli rappresenta il profilo ideale, e presto potrebbe iniziare una trattativa con la Roma. Intanto è arrivata la risoluzione consensuale con Sulley Muntari, che lascia dopo tre stagioni e mezza con un anno d’anticipo: lui stesso si era messo fuori rosa negli ultimi due mesi della gestione Inzaghi perché fuori dalle rotazioni, ed evidentemente non c’era spazio nemmeno nel Milan di Sinisa Mihajlovic. Il club ringrazia il ghanese del ‘gol fantasma’ contro la Juventus (25 febbraio 2012) “per l’impegno, l’attaccamento e la professionalità”, ma nei commenti dei tifosi rossoneri sui social network dominano sollievo e sarcasmo.