Calciomercato Milan, Ibrahimovic si avvicina: “Io sono il calcio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2018 23:08 | Ultimo aggiornamento: 22 novembre 2018 23:09
Calciomercato Milan, Ibrahimovic si avvicina: "Io sono il calcio"

Calciomercato Milan, Ibrahimovic si avvicina: “Io sono il calcio” (Ansa)

MILANO – Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan potrebbe concretizzarsi nel mercato di gennaio. Ibrahimovic potrebbe firmare un contratto di sei mesi per meritarsi la conferma per la stagione successiva con le prestazioni in campo. In attesa di questa bomba di mercato, è uscito “Io sono il calcio”, volume che racconta in maniera originale la carriera di Zlatan Ibrahimovic. 

Zlatan Ibrahimovic: “Io sono il calcio” 

Un giorno l’arbitro italiano Paolo Tagliavento potrà raccontare ai nipotini di essere stato quello che ha rifilato più cartellini gialli (4) e anche uno rosso a uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi, Zlatan Ibrahimovic. Il dato è una delle tante curiosità del volume ‘Io sono il calcio’ che narra in modo originale e ricco la lunga e ricchissima, e peraltro non ancora conclusa, storia calcistica di uno dei più grandi fuoriclasse di sempre, e dal carattere notoriamente focoso, appunto Zlatan Ibrahimovic. Pirlo, Gattuso, Mourinho e altri parlano di lui, e Ibra dice la sua su compagni, giocatori e arbitri che ha incontrato. Autore di 483 gol in 846 partite, 48 gol in Champions, 62 nella Nazionale svedese, 33 trofei in carriera, Ibra attualmente gioca in America ma i boatos di mercato lo danno in arrivo al Milan nel 2019.

“Io sono il calcio” è edito da Rizzoli ed è una enciclopedia fotografico-storico-contabile del campione che, ovunque abbia giocato, è stato acclamato per le sue prodezze e i suoi gol. Un fuoriclasse dal carattere esuberante e talora difficile da tenere a freno, generoso in campo, e mai domo fino al fischio finale. Ibra è un calciatore forse unico per le sue caratteristiche e qualità atletiche, quasi un acrobata per la capacità di elevazione e di gestione dei palloni aerei, e la sua biografia cartacea è intonata perfettamente al personaggio: un enorme elegante volume con copertina e pagine tutte nere, sulle quali risaltano le foto a colori e i testi scritti in bianco.

In quelle pagine a forte contrasto, c’è tutto Ibra in acrobazia che colpisce il pallone al volo, c’è Ibra con la divisa dell’Inter, della Juve, del Milan, del Barcellona, del Manchester e di tutte le altre grandi formazioni in cui ha giocato. C’è la felicità dopo un gol, gli abbracci con i compagni per una vittoria, lo sguardo cattivo nei momenti di tensione. Ci sono poi i ritagli dei giornali, i titoloni che ne raccontano le gesta e i gol, i trofei e le sconfitte.

In fondo al libro, la parte enciclopedica, numeri su numeri che raccontano nel dettaglio la carriera di un uomo felice per ciò che ha realizzato nella vita e che è stato ammirato finora dal vivo da oltre 30 milioni di spettatori complessivi. “Questo è il mio viaggio al servizio del calcio” scrive il campione svedese, e sottolinea “oltre a vittorie e trofei, il calcio mi ha dato una vita e una serenità che mai avrei potuto immaginare”.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.