Calciomercato Palermo: Vasquez, Pastore; il punto

Pubblicato il 5 Gennaio 2012 16:18 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2012 17:00

PALERMO -Calciomercato Palermo: Vasquez, Pastore; facciamo il punto sulle strategie da parte della società di Maurizio Zamparini  per rafforzare la rosa durante la sessione di mercato invernale in vista degli impegni del prossimo anno calcistico. Andiamo a scoprire meglio i calciatori che interessano al Palermo Calcio.

”Mi piacerebbe essere preso in considerazione, perche’ mi chiamo Franco Vasquez e non perche’ sono nato a Cordoba come Pastore”. Esordisce cosi’, il nuovo acquisto argentino del Palermo (classe 1989), che e’ stato presentato oggi, nel centro sportivo militare di Boccadifalco, dove la squadra rosanero prosegue la preparazione in vista del posticipo di domenica sera contro il Napoli, nello stadio Barbera. ”Sono un trequartista, pero’ se mi viene proposto posso anche giocare come laterale offensivo – aggiunge Vasquez, che il Palermo ha prelevato dal Belgrano Athletic club, la squadra di Cordoba -. Sono arrivato solo adesso, perche’ volevo continuare a giocare nella mia citta’ ancora un po’ e contribuire alle fortune della squadra argentina. Ringrazio il Palermo per avermi concesso questa possibilita”’. Vasquez si allena da alcuni giorni con il Palermo del nuovo corso di Lino Mutti, ma in realta’ il suo trasferimento era stato perfezionato la scorsa estate. ”Ho firmato sei mesi fa e da allora ho seguito il Palermo – fa notare – conosco dunque i giocatori e ho seguito il cammino della squadra rosanero. Perche’ mi chiamano il ‘muto’? Perche’ sono una persona tranquilla, non mi piace mettermi in mostra facilmente”.

Vasquez, la cui presentazione e’ stata preceduta ieri da quella dello svedese Mehmeti, dimostra di avere le idee chiare. ”I primi mesi saranno di ambientamento, spero di giocare presto e nel frattempo conoscero’ meglio i compagni oltre allo staff tecnico”. Giochera’ con la maglia numero 17, in barba a ogni forma di scaramanzia. ”L’ho scelto perche’ e’ quello con il quale ho debuttato nel Belgrano. Oltre a Pastore chi preferisco? Senza alcun dubbio l’ex milanista Kaka”’. .