Cristiano Ronaldo a Sarri: “Figlio di…”. Il labiale secondo la stampa portoghese

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 11 Novembre 2019 12:33 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2019 20:06
Cristiano Ronaldo a Sarri: "Figlio di...". Il labiale secondo la stampa portoghese

Cristiano Ronaldo mentre lascia il campo in Juventus-Milan (foto ANSA)

ROMA – Cristiano Ronaldo non ha preso bene la sostituzione in Juve-Milan. Mentre usciva dal campo infatti, dopo aver salutato colui che ha poi deciso la partita, Dybala, ha detto qualcosa verso la panchina, verso Maurizio Sarri prima di prendere velocemente la via degli spogliatoi. E subito si è messo in moto il meccanismo di ricerca di cosa avrebbe detto il campione. Solo oggi si conosce quella che potrebbe essere l’offesa lanciata da CR7 verso il suo allenatore: “Figlio di putt***“, scrive, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, la stampa portoghese. 

Solo pochi giorni fa, a Mosca, in Champions League, dopo il cambio motivato per un piccolo problema al ginocchio, Cristiano Ronaldo era rimasto in panchina. E anche lì il volto del portoghese ripreso dalle telecamere, mostrava insofferenza.

E il caso è servito. E’ il primo evidente episodio di insofferenza nei confronti dell’allenatore da quando CR7 è sbarcato a Torino. Con Allegri c’era stato qualche screzio per via dell’atteggiamento che la Juve teneva in campo. Con Sarri invece sembra qualcosa di più, anche se proprio l’allenatore toscano al termine della partita vinta con il Milan ha cercato di minimizzare: “Ronaldo non è un problema, anzi. Bisogna per prima cosa ringraziarlo perché si è messo a disposizione in condizioni fisiche non eccezionali. Ho preferito sostituirlo perché non stava benissimo; se si arrabbia è normale. Ci vuole un po’ di tolleranza, tutti i giocatori hanno i cinque minuti di incazzatura quando vengono sostituiti. E ad un allenatore fa anche piacere; io sarei preoccupato del contrario”. 

Nella tarda mattinata di oggi, forse dopo aver sbollito la rabbia, Cristiano Ronaldo ha deciso di “chiudere” il caso con un veloce post su Instagram: “Partita difficile, vittoria importante #finoallafine”. Niente di più. E via in Portogallo.

Fonte: CORRIERE DELLO SPORT