Euro2012, Paolo Ciani: "Balotelli? Scherzo, non sono razzista"

Pubblicato il 20 Giugno 2012 18:04 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2012 18:08

TRIESTE – ''Macche' razzista, io lavoro con gli extracomunitari e tra qualche giorno sara' attivo il nostro sito Fli che si chiamera' Nuovi Italiani''. Paolo Ciani, consigliere regionale in Friuli Venezia Giulia, di Fli, rigetta cosi' le accuse di razzismo mossegli dopo aver 'postato' ''domenica dopo la partita con l'Irlanda'', un fotomontaggio in cui si vede Mario Balotelli indossare la maglia della Nazionale, piegato in avanti. Solo che invece di essere su un campo di calcio e' in un campo coltivato e raccoglie ortaggi. Foto corredata da una scritta: "Entra, fa un fallo di reazione da cartellino rosso, segna e inveisce contro la panchina e gli chiudono la bocca. Nei campi a lavorare deve andare questo pagliaccio''. Riferendosi al fatto che ''Balotelli ha fatto un brutto fallo di reazione rischiando di essere espulso'', spiega il consigliere Fli, e al gesto fatto subito dopo il gol, ''tanto che un suo compagno di squadra ha dovuto tappargli la bocca''.

''Sono amico del calciatore Asamoah – continua Ciani – che e' piu' nero di Balotelli ma che pero' non e' mai stato fischiato perche' prima di essere un calciatore e' un uomo. La mia e' stata solo una critica calcistica. Ritengo che Balotelli con la sua strafottenza e la sua visione della vita sia di cattivo esempio per le giovani generazioni''.

''Ho dichiarato che Balotelli deve andare a lavorare, cioe' una frase comune – ha concluso Ciani – Una volta si invitava a dedicarsi all'ippica, ora si dice di andare a lavorare''.