Fabio Liverani, è morta la ex moglie: aveva 46 anni, era malata da tempo

La coppia si era conosciuta sui banchi di scuola all’età di 13 anni: la donna aveva seguito il marito lungo tutto il corso della sua carriera da calciatore, ma i due si erano separati una decina di anni fa.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2022 - 11:13
Fabio Liverani morta moglie

Fabio Liverani, è morta la ex moglie: aveva 46 anni, era malata da tempo (foto ANSA)

Un gravissimo lutto ha colpito il tecnico del Cagliari Fabio Liverani: è morta la ex moglie Federica Frangipane, 46 anni, malata da tempo. La coppia si era conosciuta sui banchi di scuola all’età di 13 anni: la donna aveva seguito il marito lungo tutto il corso della sua carriera da calciatore, ma i due si erano separati una decina di anni fa.

Morte ex moglie Liverani, l’annuncio del Cagliari

A darne l’annuncio è stata proprio la società sarda attraverso un tweet diffuso in serata: “Il Cagliari Calcio si unisce al dolore di mister Liverani per la perdita di Federica, madre degli adorati figli Mattia e Lucrezia. A loro va l’abbraccio della famiglia rossoblù”. Al comunicato del Cagliari si sono prontamente uniti i tifosi attraverso il Centro di Coordinamento.

“Il Cagliari Calcio si unisce al dolore di mister Liverani per la perdita di Federica, madre degli adorati figli Mattia e Lucrezia. A loro va l’abbraccio della famiglia rossoblù”, il messaggio di cordoglio del club sardo. “L’U.S. Lecce esprime il più sentito cordoglio a mister Fabio Liverani per la perdita prematura della cara moglie e abbraccia i figli Mattia e Lucrezia partecipando al grande dolore per la scomparsa dell’amata madre”, recita il tweet del Lecce, club che l’ex centrocampista ha allenato dal 2017 al 2020.

Il ricordo di Fabio Liverani

Poche ore dopo la tragedia, lo stesso Liverani ha pubblicato un messaggio nel quale sono contenute le ultime volontà dell’ex moglie: “Federica ha espresso il desiderio di aiutare IFO, la struttura che ha offerto a lei e alla nostra famiglia un supporto tanto prezioso e importante – le parole dell’allenatore – IFO è una organizzazione che sin dal 1939 promuove processi di accoglienza e umanizzazione delle cure anche grazie al “percorso oncologico” avviato negli ambulatori di oncologia medica: la missione è ridisegnare l’organizzazione attorno alle esigenze del paziente e dei suoi familiari, partendo dall’informazione fino all’accoglienza, all’orientamento e alla dimissione”.