Gattuso al Napoli? Ancelotti: “Per me è un fratello ma fa parte del gioco…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Dicembre 2019 20:24 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2019 20:24
Gattuso al Napoli? Ancelotti: "Per me è un fratello ma fa parte del gioco..."

Gattuso nella foto Ansa

UDINE  – Lo scialbo pareggio di Udine è stato l’ulteriore conferma che il Napoli è in crisi. La squadra allenata da Ancelotti non vince praticamente mai in campionato ed adesso la classifica inizia ad essere preoccupante per una squadra che avrebbe dovuto lottare per lo scudetto con Juventus e Inter. Con il pareggio di Udine, il Napoli è scivolato a meno 17 dall’Inter, a meno 15 dalla Juventus, che a breve giocherà contro la Lazio, a meno nove dai biancocelesti, a meno otto dalla Roma e a meno sette da Cagliari e Atalanta.

Per questo motivo, il club di De Laurentiis avrebbe iniziato a parlare con Gattuso, allenatore che è reduce da una buona esperienza sulla panchina del Milan. Di questo argomento, e di tanto altro, ha parlato Ancelotti ai microfoni di Sky Sport al termine di Udinese-Napoli 1-1:

“Gattuso al Napoli al posto mio? Rino è un fratello. Ci parlo spesso ma non parliamo di questo argomento… Se fosse vero, non me la prenderei perché fa parte del gioco. Quando un allenatore è fuori, viene sempre accostato alle squadre che stanno attraversando un periodo difficile. Io posso dire solamente che non è vero quello che voi dite, lo spogliatoio del Napoli è unito, non è affatto una polveriera. Io mi sento dentro al progetto del Napoli. Ora più che mai.

E’ troppo facile quando le cose vanno bene, quando ci sono dei problemi vanno risolti. Nel primo tempo la squadra non mi è piaciuta, era lenta ed involuta. Ma è anche vero che sono molto contento della ripresa, sia per la reazione, sia per il gioco espresso. Il secondo tempo mi fa ben sperare in vista dell’ultimo turno di Champions League. Per noi è un crocevia fondamentale della stagione. Teniamo molto alla Champions League, dobbiamo passare il turno a tutti i costi”.