Lazio-Juventus 3-1, prima sconfitta per Sarri: fallito il sorpasso all’Inter

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Dicembre 2019 20:42 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2019 22:51
Lazio-Juventus risultato gol, Immobile sfida Cristiano Ronaldo

Lazio-Juventus, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

ROMA – Anticipo del sabato della quindicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A, Lazio-Juventus 3-1, gol: Cristiano Ronaldo al 25′, Luiz Felipe al 45′, Sergej Milinkovic Savic al 74′ e Felipe Caicedo al 94′.   

La prima sconfitta sulla panchina della Juventus costa cara a Maurizio Sarri visto che la Juve fallisce il sorpasso all’Inter e resta al secondo posto in classifica. Non solo, con questo ko, Sarri ha rimesso in corsa per lo scudetto anche la Lazio. Adesso i biancocelesti sono terzi a più quattro sulla Roma, a meno tre dalla Juventus e a meno cinque dall’Inter, in piena corsa per lo scudetto. La Juve era passata in vantaggio con Cristiano Ronaldo, che era tornato in rete su azione grazie ad una grande giocata di Bentancur, ma poi il centrocampista uruguiano è uscito dal campo per infortunio ed i bianconeri hanno perso il pallino del gioco. 

La rimonta della Lazio è stata guidata da uno straordinario Luis Alberto. Il fantasista spagnolo ha servito entrambi gli assist per le reti di Luiz Alberto e Milinkovic Savic. Con queste due invenzioni, lo spagnolo è in cima alla classifica degli assist a quota 11. Luiz Alberto ha segnato di testa su azione d’angolo mentre Milinkovic ha segnato la rete più bella della serata con un gran controllo al volo valorizzato da un diagonale imprendibile. 

Prima del due a uno di Milinkovic, c’è stato un altro episodio determinante ai fini del risultato finale: l’espulsione di Cuadrado, per fallo da ultimo uomo su Lazzari, sul risultato di uno a uno. Con l’uomo in meno, la Juve è praticamente sparita dalla partita. Nel finale, la Lazio si è mangiata un rigore con Immobile ma poi ha chiuso i giochi in contropiede con Caicedo. Il ko mette nei guai la Juve, mantiene l’Inter al comando della Serie A ed inserisce la Lazio nella lotta per lo scudetto. 

Lazio-Juventus 3-1, la cronaca della partita.

La Lazio sfida la Juventus con Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, S.Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa e Immobile. Simone Inzaghi ha deciso di puntare sui titolarissimi. 

Maurizio Sarri risponde a Inzaghi dando fiducia a Cristiano Ronaldo. I bianconeri scendono in campo con  Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Cristiano Ronaldo, Dybala. La gara è arbitrata da   Fabbri di Ravenna.

La prima occasione da gol è stata creata dalla Juventus al 10′. Dybala è rientrato sul sinistro e ha fatto partire un tiro a giro, alla Del Piero, che è stato deviato in calcio d’angolo da Strakosha. Juventus ancora vicina al gol all’11’, Pjanic calcia in porta da corner, Strakosha smanaccia la sua conclusione salvandosi per un pelo. 

Juve vicina al vantaggio al 15′. Cristiano Ronaldo controlla un bel lancio di Alex Sandro e va al cross dalla sinistra, Bernardeschi colpisce di testa da due passi ma spedisce la sfera sopra la traversa. Dopo aver sprecato alcune occasioni da gol, la Juve  è passata in vantaggio al 25′ con Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha segnato con un tocco facile da due passi dopo una bella triangolazione tra Bentancur e Paulo Dybala. 

Prima occasione da gol per la Lazio al 35′. Buona azione di Lazzari sulla fascia, il suo cross trova Immobile completamente solo ma il centravanti campano colpisce al volo con il sinistro sparando alto sopra la traversa. Al 41′, Bentancur esce dal campo per un infortunio muscolare, al suo posto entra Emre Can.

Juventus vicina al raddoppio al 43′, Bernardeschi supera in dribbling Strakosha ma si allunga il pallone. Per questo motivo l’ex calciatore della Fiorentina, invece di segnare a porta vuota, ha crossato per Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha colpito di testa, a botta sicura, ma ha dovuto fare i conti con la respinta sulla linea di Luiz Felipe.

Gol sbagliato, gol subito, a fine primo tempo la Lazio ha impattato il match con Luiz Felipe. Il brasiliano ha segnato su azione d’angolo. Luiz Felipe è stato l’eroe di questo finale del primo tempo. Prima ha salvato sulla linea su tiro a botta sicura di Ronaldo, poi ha segnato la rete del pareggio su azione da corner. 

Al 62′, Correa ha fatto partire un gran destro dai 25 metri ma De Ligt è stato bravo a respingere la sua conclusione a rete. Al 69′, Cuadrado è stato espulso per un fallo da ultimo uomo su Lazzari. In un primo momento, l’arbitro Fabbri lo aveva solamente ammonito ma poi è stato richiamato dal var e ha corretto la sua decisione. Al 70′, Dybala ha cercato il gol con un gran sinistro ma Acerbi ha murato la sua conclusione. 

Rimonta Lazio al 74′. I biancocelesti hanno sfruttato la superiorità numerica. Lancio di Luis Alberto, all’undicesimo assist stagionale, stop perfetto di Milinkovic Savic e sinistro vincente del centrocampista serbo. Al 77′, l’arbitro ha concesso un rigore alla Lazio ma Ciro Immobile lo ha fallito. Correa è stato steso da Szczesny in uscita e l’arbitro ha assegnato il rigore ai padroni di casa. Il portiere polacco ha parato la conclusione di Immobile ed anche il suo tiro sulla ribattuta.

Al 94′, Caicedo ha chiuso i giochi in contropiede. Grazie a questo successo, la Lazio consolida il suo terzo posto in classifica e torna in corsa anche per lo scudetto. Alla Juve non riesce il sorpasso all’Inter che così resta primo.