Icardi-Juventus, sì ma come? Spunta scambio con Kean…

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 14 Luglio 2019 17:46 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2019 10:40

Icardi in uno dei tanti momenti di gioco con la maglia dell’Inter. Foto ANSA/MATTEO BAZZI

TORINO – Si cerca la formula giusta per il trasferimento di Mauro Icardi dall’Inter alla Juventus. La trattativa è complicatissima per diversi fattori: la Juve  è l’unica squadra interessata a Icardi, i due club sono nemici storici e la situazione è anche peggiorata dopo l’approdo di Marotta in nerazzurro, i due club danno una valutazione diversa al cartellino di Icardi.

Da tempo, le due società stanno lavorando alla formula dello scambio. Quello con Dybala è tramontato sul nascere perché Sarri vorrebbe valutarlo in prima persona prima di lasciarlo andare via, mentre ora starebbe prendendo quota quello tra l’argentino e Moise Kean. 

Secondo quanto scrive Sport Mediaset, citando Fcinternews.it, i bianconeri avrebbero già un’intesa di massima col giocatore da 8 milioni netti a stagione più bonus fino al 2024 e, dopo il “patto di Ibiza” tra Paratici e Wanda Nara, attendono solo il momento giusto per piazzare l’affondo definitivo. 

L’idea della Juve sarebbe quella di proporre uno scambio alla pari tra l’argentino e l’azzurrino, ma l’Inter ha piani diversi e punterebbe anche a monetizzare, chiedendo almeno un ulteriore conguaglio cash di almeno 20 milioni. Le parti sono ancora lontane ma non come nel caso dello scambio tra Icardi e Dybala che non è mai decollato veramente. 

Intanto il Napoli si è tolto dalla corsa per l’argentino con queste dichiarazioni rilasciate dal patron campano De Laurentiis: “Incontro fra me e Wanda Nara? E’ una stupidaggine colossale, Wanda Nara l’ho incontrata tre anni fa e non ho nessuna intenzione di incontrarla di nuovo. Icardi non rientra nelle nostre necessità attuali, lo chiesi tre anni fa quando ne avevamo bisogno poi fu bravo Sarri a inventarsi Mertens prima punta”.

“Non si può ignorare il suo talento, se ne è parlato talmente tanto che sembra più vecchio dei 26 anni che ha. Visto da fuori sembra essersi gestito male, non ha colto l’importanza del ruolo che riveste. Icardi è fortissimo, la considerazione nei suoi confronti è indiscutibile ma vorrà sempre andare alla Juventus. E comunque, come ha detto Ancelotti, io mi tengo Insigne” (fonti Sport Mediaset eFcinternews.it).