Inter-Roma, Conte: “Dispiaciuto per qualche fischio, i tifosi devono sostenerci”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 6 Dicembre 2019 23:59 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2019 23:38
Inter-Roma, Conte: "Dispiaciuto per qualche fischio, i tifosi devono sostenerci"

Inter-Roma, Antonio Conte nella foto Ansa

MILANO – Al termine di Inter-Roma, ai microfoni di Sky Sport, Antonio Conte ha elogiato la prestazione della sua squadra nonostante lo zero a zero finale e ha bacchettato i tifosi nerazzurri per qualche fischio, a suo avviso, di troppo. Secondo Conte, l’Inter non ha vinto solamente per errori sotto porta e per grandi parate di Antonio Mirante. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate a Sky Sport: 

“Inutile che parlate di possesso palla, perché alla fine Mirante è stato il migliore in campo. Contro un’ottima squadra come la Roma non abbiamo rischiato praticamente niente. Abbiamo avuto occasioni da gol chiare ma non siamo stati bravi a sfruttarle. I nostri centrocampisti sono stati bravi negli inserimenti ma non sono stati cattivi sotto rete. Io comunque non ho niente da rimproverare ai miei calciatori.

Non so come sta Candreva, pensiamo alla partita, pensiamo a riposare e poi vediamo cosa accadrà. Non mi va di parlare dei calciatori infortunati. Gli undici che scenderanno in campo contro il Barcellona daranno l’anima. Noi dobbiamo cercare di arrivare fino alla sosta di Natale nel miglior modo possibile. Conosciamo tutti le difficoltà che abbiamo ma chi scende in campo risponde in maniera importante.

Il pubblico ci deve aiutare perché è un momento delicato in cui dobbiamo fare di necessità virtù. Mi dispiace per i fischi che ci sono stati a qualche giocata sbagliata. Io ho bisogno di tutti i tifosi perché ci devono supportare. Non devono al primo errore fischiare. Perché non è facile giocare a San Siro.

Ci vuole personalità perciò i tifosi devono dare una mano ai nostri ragazzi che giocano per la prima volta a San Siro. Io difendo i miei ragazzi che credo che meritino il supporto dei tifosi. Le occasioni da gol sono state tutte le nostre, loro sono ottimi palleggiatori ma noi siamo stati bravi a rubare palla per poi andare al tiro.

I nostri attaccanti dovevano essere più bravi sotto rete ma va comunque detto che Antonio Mirante ha disputato una grande partita. Dobbiamo rendere merito a questo portiere. Così come non dobbiamo attaccare i nostri attaccanti perché spesso sono decisivi in positivo”.