Italia domina l’Inghilterra e passa ai rigori. Ora la semifinale con la Germania

Pubblicato il 25 Giugno 2012 0:19 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2012 0:21

(LaPresse)

KIEV – Gioca bene, mette sotto l’Inghilterra per quasi tutti i 120 minuti e si prende la semifinale ai rigori. L’Italia di Cesare Prandelli cresce e si prepara a sfidare la Germania in semifinale giovedì 28 giugno.

Che non sarà l’Italia a giocare all’italiana si capisce subito, dopo appena 3 minuti, quando Daniele De Rossi scarica un esterno violento da fuori che si stampa sul palo. L’Inghilterra reagisce e pressa alto: per un quarto d’ora comanda le operazioni ma è un fuoco di paglia. L’Italia è messa meglio in campo, la mediana Pirlo-De Rossi-Marchisio-Montolivo è ispirata e gli inglesi sono costretti a rinculare. Prima della fine del primo tempo si contano almeno altre tre palle gol azzurre e un paio inglesi ma la sensazione è che la squadra di Prandelli sia più in palla.

Sensazione confermata nella ripresa quando l’Inghilterra cala anche fisicamente, Wayne Rooney si spegne e l’Italia è in costante controllo del campo. Le occasioni piovono, da De Rossi che mette fuori da buona posizione a Balotelli e Montolivo che nella stessa azione non riescono a battere Hart. Piovono, però, anche gli infortuni: l’Italia nel giro di pochi minuti perde proprio De Rossi (anche stasera tra i migliori, infiammazione al nervo e semifinale a rischio) e Abate. Entrano Nocerino e Maggio mentre prima era stato Diamanti a subentrare a un Cassano non in una delle sue giornate migliori.

Poi arrivano i supplementari e il copione non cambia: l’Italia è stanca, l’Inghilterra lo è di più. L’Italia ci prova, l’Inghilterra sembra aspettare solo i rigori. Prima dei tiri dal dischetto c’è spazio per un altro palo, quello di Diamanti. Poi tocca alla lotteria. L’inizio è in salita perché dopo il gol di Balotelli e quello di Gerrard arriva l’errore di Montolivo. Le cose sembrano mettersi male perché Rooney non sbaglia e l’Italia dopo aver dominato vede la beffa. La svolta la dà Pirlo: il rigore più difficile è il suo ma il regista lo tira da fuoriclasse, con un cucchiaio alla Totti. E gli inglesi in qualche modo accusano il colpo: sbagliano due rigori di fila con Young che colpisce la traversa e Cole che si fa bloccare un tiro debole da Buffon. L’Italia invece non sbaglia più e Nocerino prima e Diamanti poi ci regalano una semifinale. Stavolta davvero meritata: gli inglesi avranno anche inventato il calcio, stasera abbiamo mostrato che lo giochiamo meglio noi.

Ora tocca alla Germania: scoglio duro, più duro dell’Inghilterra. I tedeschi ci arrivano con due giorni di riposo in più dopo aver giocato un quarto agevole che gli ha consentito di fare anche turnover. Non solo: i tedeschi non hanno problemi fisici mentre l’Italia ha Chiellini ai box, Abate e De Rossi da valutare  e Maggio che sarà squalificato. Problemi per Prandelli. Ma tutto sommato bei problemi: l’Italia è in semifinale, traguardo che viste le premesse sembrava decisamente lontano.