E’ sempre Juventus-Roma, Beppe Marotta attacca Morgan De Sanctis

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2014 10:25 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2014 10:26
E' sempre Juventus-Roma, Beppe Marotta attacca Morgan De Sanctis

Beppe Marotta (LaPresse)

TORINO – Ennesimo episodio dell‘eterna rivalità tra Juventus e Roma.

Il direttore generale bianconero Beppe Marotta è stato intervistato in esclusiva da TuttoSport e tra i vari argomenti trattati ha deciso di rispondere a Morgan De Sanctis che precedentemente aveva dichiarato come la Roma fosse decisamente superiore alla Juventus. 

Di sicuro la Roma è nettamente più forte dell’anno scorso. Ma la Juve ha una maggiore consapevolezza nei propri mezzi. Garcia ha detto che vincerà lo Scudetto? Non mi sarei sbilanciato perché la certezza non ce l’ho. Neanche a marzo, mi sbilancerei… Ho però la consapevolezza del fatto che la Juve è più forte dell’anno scorso. Le accuse di De Sanctis? Siccome la Juve viene attaccata ogni minuto, la migliore risposta da dare è quella sul campo. Sono solo attacchi che ci stimolano ancor più a vincere, ci caricano ancora di più: ci fanno quasi un favore”

“Mi aspettavo un pizzico di difficoltà in più, ma sapevo che la rosa era formata da giocatori molto validi. Il cambio di allenatore avrebbe potuto creare qualche problema, ma così non è stato. Abbiamo una società forte e giocatori vincenti che andavano abbinati a un tecnico all’altezza. Però, restiamo con i piedi per terra: è ancora una fase interlocutoria, non abbiamo vinto niente. La Juventus che torna a vincere la Champions è solo utopia? No, ma il problema è che tranne qualche eccezione, come l’Atletico Madrid, la regola è che ai primi posti arrivano fatturati molto più grandi del nostro. E il Bayern di oggi, per me è semplicemente imbattibile. Noi vogliamo posizionarci stabilmente fra i primi 8 club europei. Per noi per ora conta questo. Poi conta anche la fortuna”.