Livornesi picchiano tifosi del Latina: Daspo di 8 anni, un arresto e 4 denunciati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 19:12 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 19:12

LIVORNO, 16 SET – Cinque Daspo, un arresto e quattro denunce ai danni di cinque ultras del Livorno, accusati di aver aggredito un gruppo di tifosi del Latina. La posizione più grave è quella di un ventottenne livornese, arrestato per rapina aggravata, danneggiamento aggravato e lesioni: a lui sarà applicato un Daspo (divieto di accesso alle manifestazioni sportive) di otto anni. Il primo di questa entità da quando sono stati approvati i nuovi provvedimenti del governo contro gli ultrà. Agli altri quattro ultras, tutti livornesi fra i 25 e i 28 anni, sarà applicato un Daspo di cinque anni, oltre alla denuncia per gli stessi reati, commessi in concorso.

L’aggressione. Intorno alle 17.30 quattro tifosi del Latina fra i 25 e i 30 anni si sono seduti, indossando maglie e sciarpe della loro squadra, per prendere qualcosa da bere ai tavolini all’aperto del Pick Bar. Dei quattro uno è un poliziotto in quel momento vestito “in borghese” perché fuori servizio. Mancavano tre ore all’inizio della partita fra Livorno e Latina (3a giornata del campionato di serie B, gara finita 1-1). Il Pick Bar è sul lungomare di Livorno, su Viale Italia, a poche centinaia di metri dalla curva ospiti dello stadio Armando Picchi.

Dopo mezz’ora, improvvisamente, hanno raccontato i tifosi del Latina aggrediti, è arrivato un gruppo di livornesi, con la maglia amaranto addosso, che ha urlato loro: “Levatevi le maglie o sono guai”. Al rifiuto dei pontini, uno degli ultras amaranto è partito con un pugno che ha colpito in faccia e ha steso uno dei quattro nerazzurri, che è stato poi picchiato anche dagli altri livornesi ed è stato rapinato di maglia e sciarpa. Gli altri tre del Latina, fra i quali il poliziotto, sono scappati. Il ferito, portato in pronto soccorso, ha riportato contusioni e abrasioni guaribili in dieci giorni.

Gli aggressori sono stati poi riconosciuti dalla polizia guardando le immagini registrate dalle telecamere dello stadio, grazie alla descrizione fornita dai tifosi del Latina.

—> La classifica della serie B e tutti i risultati della terza giornata

La cronaca di Livorno-Latina 1-1

Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, con rare occasioni per parte, il match si anima al 2′ minuto della ripresa, quando i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Djokovic, gia’ ammonito, che recupera il secondo giallo dopo un fallo su un avversario, e il Latina passa in vantaggio sull’azione seguente grazie a un colpo di testa di Crimi (3′ st). Gli amaranto agguantano il pari sul finale: al 42′ st Cutolo su rigore pareggia i conti dopo un netto mani in area di Cottafava.