Marotta vuole rivoluzionare il mercato: “Icardi, Cristiano Ronaldo, Neymar valgono zero. Ecco perché”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Luglio 2019 21:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2019 9:34

MILANO – Altro che sentenza Bosman, Beppe Marotta vuole rivoluzionare il regolamento del calciomercato. L’amministratore delegato dell’Inter ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Sportweek spiegando in cosa consisterebbe la sua rivoluzione: “Bisognerebbe liberalizzare tutto, azzerare il valore dei cartellini, almeno a partire dal 25° anno di età”. 

In altre parole, i calciatori sopra i 25 anni sarebbero liberi a parametro zero al termine di ogni stagione e potrebbero accasarsi tranquillamente nel club che garantisce loro lo stipendio più alto. Non ci sarebbero più giocatori “schiavi” di lunghi contratti firmati con i club. Quindi tutti i calciatori over 25, tra i quali spiccano Cristiano Ronaldo, Neymar, Icardi, Lukaku e tantissimi altri nomi, avrebbero un valore di mercato pari a zero. 

Marotta fa un discorso differente per gli under 25 che acquisirebbero ancor più valore. In questo caso, i calciatori sarebbero di proprietà dei club fino al 25° anno di età. Quindi, stando a questo ragionamento, il valore di mercato di un giovane campione come Joao Felix resterebbe di 126 milioni di euro mentre quello di Cristiano Ronaldo non sarebbe di 100 milioni ma di zero. 

Un discorso singolare che non aveva fatto ancora nessuno fino a questo momento. Marotta crede fermamente in questa riforma e farà giungere la sua idea alle sedi competenti. 

Se l’attuale mercato avesse queste regole, Mauro Icardi avrebbe già firmato con la Juventus, così come Edin Dzeko avrebbe già siglato un contratto con l’Inter. Tutto questo senza versare un euro né nelle casse dell’Inter, né in quelle della Roma perché secondo l’idea di Marotta questi due calciatori over 25 sarebbero liberi a parametro zero al termine di ogni stagione. 

Discorso diverso per Barella. L’Inter lo ha acquistato a peso d’oro, la cifra potrebbe anche arrivare a 50 milioni di euro in virtù di alcuni bonus pattuiti con il Cagliari, ma probabilmente con la “riforma Marotta” i nerazzurri lo avrebbero pagato anche di più perché chiaramente i presidenti venderebbero a cifre ancora più alte i gioiellini under 25 visto che gli over 25 non avrebbero più valore di mercato. Un progetto affascinante ma di difficile realizzazione (fonti Sportweek e Sport Mediaset).