Il Milan scaccia la crisi, 1-0 alla Spal con gol di Suso. Rossoneri a -6 dalla zona Champions

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 31 Ottobre 2019 22:49 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 22:50
Milan Piatek risultato gol Serie A 10 giornata Piatek Petagna

Milan, Piatek nella foto Ansa

MILANO – Posticipo del giovedì della decima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A, Milan-Spal 1-0, gol: Suso al 62′.

Il Milan batte la Spal e scaccia la crisi portandosi a cinque punti dalla zona Europa League e a sei punti dalla zona Champions. I rossoneri non vincevano una partita dal 5 ottobre, il 2-1 di Genova. Se invece parliamo di gara disputate a San Siro, il Milan non ne vinceva una dal  31 agosto (1-0 al Brescia). Entrambe le vittorie erano state centrate da Giampaolo mentre l’1-0 inflitto alla Spal è il primo successo per il neo allenatore Pioli dopo il pareggio contro il Lecce e la sconfitta contro la Roma.  

Nel primo tempo, il Milan aveva giocato male ma era andato comunque vicino al gol con Castillejo. L’attaccante spagnolo aveva colpito la traversa da due passi su cross dalla destra di Hernandez. Nella ripresa, i rossoneri sono entrati in campo con un altro piglio. Il match è stato sbloccato da un bel gol su punizione di Suso. Lo spagnolo non segnava a San Siro dallo scorso maggio.

Milan Spal 1 0 gol suso

Milan, Suso nella foto Ansa

Poco dopo Paqueta, grazie ad una giocata geniale di Piatek, ha avuto sui piedi la palla del due a zero ma ha calciato sul corpo di Berisha in uscita. Il Milan non è ancora brillante ma stasera contava solamente vincere. La Spal ha fatto poco a San Siro e resta inesorabilmente in zona retrocessione. 

La cronaca della partita, Milan-Spal 1-0 è stata risolta da Suso. 

Il Milan cerca di scacciare la crisi puntando sulla seguente formazione:  Donnarumma G; Duarte, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetà, Bennacer, Kessie; Castillejo, Piatek e Calhanoglu. Partono dalla panchina Reina, Donnarumma A, Calabria, Bonaventura, Suso, Borini, Conti, Leao, Rebic, Biglia, Krunic e Gabbia.

La SPAL risponde al Milan con Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Strefezza, Kurtic, Murgia, Missiroli, Reca; Petagna e Floccari. Partono dalla panchina Thiam, Letica, Igor, Valdifiori, Valoti, Moncini, Sala, Felipe, Paloschi, Salamon, Cannistra e Mastrilli. La gara è arbitrata dal signor Piccinini di Forlì.

Il Milan ha colpito la traversa al primo affondo. Al 13′, Paqueta è stato autore di una bella giocata a centrocampo poi ha lanciato Hernandez sulla fascia destra. L’ex esterno del Real Madrid ha crossato in mezzo, Castillejo ha anticipato i difensori della Spal ma si è mangiato un gol colpendo la traversa da due passi. 

Al 24′, Floccari ha cercato il gol su cross di Strefezza ma il suo colpo di testa è finito alto sopra alla traversa della porta difesa da Gigio Donnarumma. Un primo tempo deludente è terminato sul risultato di zero a zero con pochissime occasioni da gol. Fischi dei tifosi del Milan presenti a San Siro. Lo stadio è semi vuoto ma i pochi che ci sono si fanno sentire. 

Al 62′, l’arbitro ha assegnato un calcio di punizione al Milan per un contrasto aereo tra Vicari e Piatek al limite dell’area di rigore della Spal. Suso si è incaricato del tiro e ha segnato con un bel sinistro sopra la traversa. L’attaccante spagnolo del Milan non segnava un gol dallo scorso 19 maggio. 

Al 76′, Donnarumma ha respinto con i pugni un calcio di punizione centrale di Murgia. Nessun problema per il portierone della Nazionale Italiana. Al 79′, Piatek ha messo in porta Paqueta con un bel passaggio filtrante ma il brasiliano ha calciato centralmente e Berisha ha avuto la possibilità di deviare la sfera in calcio d’angolo. E’ finita, il Milan ha vinto di misura contro la Spal e ha scacciato la crisi.