Roma, Fonseca-De Zerbi: è ballottaggio per la panchina. Mihajlovic terza opzione

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 1 giugno 2019 20:43 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2019 20:43
Roma, Fonseca-De Zerbi: è ballottaggio per la panchina. Mihajlovic terza opzione

Roma, Fonseca-De Zerbi: è ballottaggio per la panchina. Mihajlovic terza opzione. Foto ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

ROMA – In casa Roma, continuano i rumors sul nuovo allenatore. 

Dopo i no di Antonio Conte, Maurizio Sarri e Gian Piero Gasperini, è arrivato il rifiuto di Rino Gattuso. Il tecnico del Milan non se la sente di rigettarsi subito a capofitto in un’avventura stressante come sarebbe quella nella Capitale. Così, per la panchina dei giallorossi sono rimasti in corsa Fonseca dello Shakhtar, De Zerbi del Sassuolo e Mihajlovic del Bologna. 

In questo momento, non c’è un favorito. Sono tre allenatori molto diversi che hanno dei pro come dei contro. Mihajlovic sarebbe la terza scelta perché i dirigenti della Roma non vorrebbero nominare un tecnico molto vicino ai colori della Lazio. Sarebbe una mossa quantomeno azzardata in un periodo in cui imperversa la contestazione dei tifosi giallorossi contro James Pallotta. 

5 x 1000

Mihajlovic è un tecnico di grande valore ma meno di una settimana fa è andato sotto la curva Nord per ricevere gli applausi dei tifosi della Lazio. Nominarlo come capo allenatore della Roma sarebbe quantomeno azzardato. 

Eliminato il serbo, restano in corsa De Zerbi del Sassuolo e Fonseca dello S.Donetsk. Tuttavia non è da escludere l’inserimento dell’ultimo minuto di un mister x che possa cambiare le carte in tavola. Totti aveva indicato Gattuso e Mihajlovic. Rino ha detto “no grazie” e sul serbo pesa troppo la sua passione per la Lazio. 

De Zerbi e Fonseca sono due allenatori indicati da Franco Baldini. Il braccio destro di James Pallotta li apprezza per la loro idea di calcio, offensiva e moderna. Naturalmente sono due allenatori che hanno un curriculum molto diverso. 

Fonseca ha già esperienza a livello internazionale e con lo S. Donetsk ha dimostrato di saper fare bene in Champions League, due anni fa ha eliminato il Napoli di Maurizio Sarri dalla fase a gironi ma poi è stato eliminato proprio dalla Roma negli ottavi di finale. 

De Zerbi non ha esperienza a livello internazionale ma ha alle spalle una gavetta già lunga nel nostro Paese. Insomma, De Zerbi non avrà mai disputato la Champions League da allenatore ma conosce perfettamente il nostro campionato. La Roma dovrebbe prendere una decisione definitiva entro martedì prossimo.