Sci alpino in Canada (donne) e Stati Uniti (uomini): ma dal 15 dicembre la Coppa del mondo si disputerà in Italia

Tre azzurre in pole: Sofia Goggia, Federica Brignone e Marta Bassino

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 2 Dicembre 2023 - 16:08
sci alpino in italia

Ansa

Sci alpino, domenica di gare: le donne in Canada, gli uomini negli Stati Uniti. Poi, dal 15 dicembre, tutti in Italia: Val Gardena, Alta Badia,Madonna di Campiglio, Bormio, Cortina, Plan de Corones (Val Pusteria altoatesina).

A febbraio le sole donne saranno in gara sulle piste della Val di Fassa, valle delle Dolomiti, provincia di Trento. La Coppa del mondo , iniziata in Austria ai primi di novembre, su concluderà il 23 marzo 2024 sempre in Austria ma non più a Soelden bensì a Saalbach, nel Salisburghese. L’Italia ospita 17 gare.

Sci alpino, i grandi favoriti

Due su tutti: lo svizzero Odermatt e l’americana Shiffrin. Due fenomeni che richiamano folle e media di tutto il mondo.

Marco Odermatt

Svizzero di Buochs (piccolo comune sul lago dei Quattro Cantoni), 26 anni, campione olimpico di Pechino 2022 nello slalom gigante, campione del mondo a Courchevel/Meribel 2033 in due specialità (discesa e slalom gigante) ha vinto due Coppe del mondo ed è a caccia della terza. È l’uomo da battere.

Mikaela Shiffrin

Americana del Colorado, 28 anni, è la più grande sciatrice di tutti i tempi. Suo il record di vittorie in Coppa (85), tre in più di un’altra statunitense leggendaria, Lindsey Vonn, oggi 39enne, capace di vincere in tutte le specialità. Shiffrin ha due obiettivi quest’anno: vincere il sesto trofeo di cristallo e tagliare il traguardo delle 100 gare vinte.

Le stelle d’Italia

Tre donne: Sofia Goggia, Federica Brignone e Marta Bassino. Senza dimenticare Elena Curtoni, 32 anni, lombarda di Morbegno (Sondrio), brava in quattro specialità, nel giro azzurro dal 2007 (esordio in Coppa Europa). Ma è sul “tridente rosa” che l’Italia nutre le speranze maggiori.

Sofia Goggia

È la nostra punta di diamante. Bergamasca, 31 anni, oro olimpico (2018) e argento (2022). Ha vinto quattro Coppe del mondo di discesa libera e due medaglie mondiali. Fisicamente robusta e potente, sa esprimersi ad alto livello in tutte le discipline dello sci alpino (eccetto lo slalom speciale). Questa settimana la rivista “Sportweek” le ha dedicato la copertina.

Federica Brignone

 Milanese, 33 anni, figlia d’arte (Mamma Ninna Quario 15 podi, tutti in slalom speciale), è l’atleta più anziana al via del gigante. Vanta un eccellente palmares: 3 medaglie olimpiche e 3 iridate più una Coppa del mondo generale e tre di specialità. Vive a La Salle (Valle d’Aosta).Quest’anno è partita non molto bene a Solden, lo scorso 27 ottobre (seconda,, beffata dalla Gut-Behrami per 2 centesimi. Sta meditando la rivincita. Non le sfuggirà.

Marta Bassino

Piemontese di Cuneo, 27 anni, ha vinto due titoli iridati (slalom parallelo e supergigante ) e una Coppa del mondo in slalom gigante (2021). Fisico minuto e longilineo, adotta una sciata scorrevole. È competitiva ad alto livello anche nelle discipline veloci.