Serie A, c’è anche l’Atalanta per lo scudetto. Roma stende Milan, passo falso Napoli

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 Ottobre 2019 23:07 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2019 23:07
Serie A 9 giornata risultati gol Roma Milan Fiorentina Lazio

Serie A, Ilicic dell’Atalanta esulta nella foto Ansa

ROMA – C’è anche l’Atalanta per lo scudetto (approfondimento qui). La squadra allenata da Gasperini ha vinto contro l’Udinese con un netto 7-1 e si è portata a meno tre dalla Juventus capolista del campionato e a meno due dall’Inter. L’Atalanta ha scritto una pagina storica del nostro campionato perché nessuna squadra era mai riuscita a segnare 28 gol dopo nove giornate di Serie A.

L’Atalanta ha approfittato dei passi falsi di Juventus e Inter mentre lo stesso non si può dire del Napoli. La squadra allenata da Carlo Ancelotti ha pareggiato per uno a uno contro la Spal. I campani hanno protestato a lungo per un rigore prima dato e poi tolto dal var, avrebbe potuto cambiare il volto del match (approfondimento qui). 

Dopo il Napoli c’è la Roma. La squadra allenata da Fonseca, nonostante le numerose assenze per infortunio, ha vinto due a uno contro il Milan e si è portata a meno uno dal quarto posto, ultimo utile per partecipare alla prossima Champions League, occupato dai partenopei. I giallorossi hanno vinto grazie a due magie, la prima di Dzeko, la seconda di Zaniolo, al secondo gol in pochi giorni dopo le critiche di Capello… Rossoneri in crisi con solo tre punti di vantaggio sulla zona retrocessione. 

Completano la “zona Europa League” la Lazio e il Cagliari a quota 15 punti. La Lazio ha vinto a Firenze, con un colpo di testa di Immobile nel finale di partita, mentre il Cagliari non è andato oltre all’1-1 sul campo del Torino. Ai sardi non è bastato il primo gol in Serie A di Nandez perché i granata hanno pareggiato i conti con Zaza. 

Completa il turno domenicale, il successo del Bologna contro la Sampdoria. I blucerchiati restano ultimi in classifica mentre i rossoblù si portano al decimo posto in classifica a meno tre dalla zona Europa League. E’ stato un lunch match all’insegna del fair play visto che i tifosi della Sampdoria hanno esposto uno striscione di incoraggiamento per Mihajlovic. Nel post partita Ranieri, allenatore sconfitto, ha augurato a Mihajlovic di vincere la prossima Panchina d’Oro.  

Gli anticipi. Nell’anticipo del venerdì, il Sassuolo ha vinto uno a zero a Verona. Negli anticipi del sabato, pareggi per Juventus e Inter quindi non cambia la situazione di classifica con i bianconeri che restano in testa a più uno sui nerazzurri (approfondimento qui). Nell’ultimo anticipo del sabato, c’è stato l’esordio con vittoria di Thiago Motta sulla panchina del Genoa, 3-1 al Brescia in una delicata sfida salvezza. 

Serie A, risultati e marcatori della nona giornata. 

Fiorentina-Lazio 1-2, gol: Correa, Federico Chiesa e Ciro Immobile.

La Fiorentina affronta il posticipo di Serie A con Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa e Ribery. La Lazio risponde con Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa e Immobile.

Al 4′, Castrovilli ha cercato il gol con un destro a giro che è uscito di un soffio. All’11’, il colpo di testa di Pezzella, su azione d’angolo, è uscito di un soffio. La Fiorentina è partita alla grande. 

Al 19′, l’arbitro ha annullato il gol di Ciro Immobile perché è stato segnato in posizione di fuorigioco. Lazio in vantaggio con Correa al 23′. L’attaccante argentino ha superato Dragowski su passaggio filtrante di Immobile. In un primo momento, la rete di Correa era stata annullata per fuorigioco ma dopo il controllo del var è stata assegnata. 

Al 27′, è arrivato il pareggio con il Nazionale Italiano Federico Chiesa. Il gol della Fiorentina è nato da un’azione straordinaria di Ribery, poi l’assist per Chiesa che ha incrociato bene con il sinistro. Nulla da fare per Strakosha. Il primo tempo è terminato sul risultato di uno a uno, Chiesa ha risposto a Correa. 

Al 54′, la Fiorentina ha sfiorato il due a uno. Su cross di Dalbert, Lirola stava per segnare a porta vuota ma è stato anticipato all’ultimo, in calcio d’angolo, da Lulic. Lazio in vantaggio all’89’, Ciro Immobile ha segnato di testa su cross dalla sinistra di Jordan Lukaku. I viola hanno protestato a lungo perché l’azione è nata da un contatto dubbio tra Lukaku e Sottil, l’arbitro ha convalidato la rete dopo un silent check con il var. 

Al 95′, l’arbitro ha concesso un rigore alla Lazio, mostrando il cartellino rosso a Ranieri, per un fallo di mano del difensore viola su una conclusione a rete di Luis Alberto. Dragowski ha parato il rigore calciato da Caicedo. La Lazio ha vinto 2 a 1 a Firenze. 

Roma-Milan 2-1, gol: Edin Dzeko, Theo Hernandez e Nicolò Zaniolo.

Roma Milan gol Zaniolo Serie A

Serie A, Zaniolo esulta dopo il gol al Milan (foto Ansa)

La Roma sfida il Milan con Lopez; Spinazzola, Fazio, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Perotti e Dzeko. I rossoneri rispondono con Donnarumma G.; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernández; Paquetá, Biglia, Kessie; Suso, Leão e Çalhanoglu.

All’11’, Leao ha ricevuto palla dopo uno svarione di Fazio. Il suo sinistro è uscito di un soffio ma Pau Lopez era sulla traiettoria. Al 15′, Paqueta ha segnato su passaggio filtrante di Kessie ma era in fuorigioco e per questo motivo l’arbitro Orsato ha annullato la sua rete.

Roma in vantaggio al 37′. Calcio d’angolo battuto da Veretout, sponda di Mancini e tap in da due passi di Dzeko, al primo gol di testa da quando indossa la maschera protettiva per la doppia frattura allo zigomo. Nel finale del primo tempo, Pastore si è presentato da solo davanti a Donnarumma ma ha calciato sul corpo del portiere del Milan in uscita sprecando una occasione da gol madornale. La prima frazione di gioco è terminata sul risultato di uno a zero per la Roma. 

Al 50′, Roma vicina al raddoppio con Kolarov. Il suo tiro è stato deviato in corner dalla barriera a Donnarumma battuto. Al 51′, su azione d’angolo, Smalling ha anticipato Musacchio ma il suo colpo di testa è uscito di un soffio. Milan in sofferenza. 

Pareggio del Milan al 55′. Theo Hernandez ha raccolto un cross dalla destra e ha calciato a rete, decisiva la deviazione di Smalling. Nulla da fare per Pau Lopez. La Roma torna in vantaggio al 59′ con Zaniolo.

Il Milan ha perso un pallone con Calabria, Dzeko ha lanciato a rete Pastore, il passaggio del bosniaco è stato intercettato da Musacchio ma è finito sui piedi di Zaniolo. Il giovane prodigio del calcio italiano ha spiazzato Donnarumma con il suo sinistro magico   portando nuovamente in vantaggio i giallorossi. 

Roma Milan gol Dzeko  Serie A

Serie A, Dzeko esulta dopo il gol al Milan con la maschera (foto Ansa)

Al 70′, su calcio d’angolo battuto da Veretout, Mancini si è mangiato un gol clamoroso perché non ha trovato la porta con un colpo di testa da due passi. E’ finita, la Roma ha vinto contro il Milan e si è portata ad un punto dal quarto posto occupato dal Napoli. 

Serie A, Spal-Napoli 1-1, gol: Milik e Kurtic. 

Serie A, Atalanta-Udinese 7-1, gol: Ilicic (doppietta), Muriel (tripletta), Pasalic, Traore e Okaka. 

Serie A, Torino-Cagliari 1-1, gol: Nandez e Simone Zaza. 

Serie A, Bologna-Sampdoria 2-1, gol: Rodrigo Palacio, Manolo Gabbiadini e Bani.