Spal-Juventus 2-1, troppo turnover a Ferrara: festa scudetto rinviata per i bianconeri

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 13 aprile 2019 16:07 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2019 16:59
Spal-Juventus 2-1, troppo turnover a Ferrara: festa scudetto rinviata per i bianconeri

Spal-Juventus 2-1, troppo turnover a Ferrara: festa scudetto rinviata per i bianconeri. Floccari esulta dopo il gol vittoria nella foto ANSA/SERENA CAMPANINI

FERRARA – Anticipo del sabato del campionato italiano di calcio di Serie A, Spal-Juventus 2-1, gol: Moise Kean al 29′, Kevin Bonifazi al 48′ e Sergio Floccari al 73′. 

La festa per l’ottavo scudetto consecutivo della Juventus è rinviata. I bianconeri hanno perso 2-1 in casa della Spal pagando un turnover eccessivo in vista del ritorno dei quarti di finale di Champions League contro l’Ajax. Allegri ha lanciato moltissimi giovani della squadra Under 23 e la loro inesperienza è costata cara ai bianconeri. Basti pensare che, in una fase della partita, la Juventus ha giocato addirittura con tre millennial: Kean classe 2000, Gozzi classe 2001 e Nicolussi classe 2000.

Nonostante questo, i bianconeri avevano chiuso il primo tempo in vantaggio con un gol del solito Kean, abile ha deviare in rete una conclusione di Cancelo, ma nella ripresa la Spal ha ribaltato il match con il colpo di testa di Bonifazi sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore della Spal, e con la conclusione ravvicinata di Floccari dopo un tocco dubbio di Murgia, a metà tra il braccio ed il petto.

L’arbitro ha convalidato la rete dopo aver ascoltato il parere della stanza del var. La Juve vincerebbe lo scudetto domani in casa di non vittoria del Napoli o nel prossimo turno di campionato. Le basta un punto per la certezza matematica del tricolore indipendentemente dai risultati conseguiti sul campo dal Napoli. 

Spal-Juventus 2-1, la cronaca della partita.

Al 3′, Cionek si è involato verso l’area di rigore della Juventus ma Kastanos, al debutto in campionato con i bianconeri, lo ha fermato con un intervento in scivolata miracoloso. Al 12′, Moise Kean ha colpito di testa su cross di Cancelo ma la sua conclusione a rete è stata deviata in calcio d’angolo da Cionek.

Al 14′, Bonifazi ha steso Cuadrado interrompendo una ripartenza pericolosa della Juventus, il calciatore colombiano sembra in buone condizioni fisiche. Al 26′, Petagna ha cercato il gol con un destro a giro ma la sua conclusione è stata deviata in calcio d’angolo da Mattia De Sciglio. Al 29′, Moise Kean ha portato in vantaggio la Juventus deviando con il destro una conclusione a rete di Cancelo. Il primo tempo è terminato sul punteggio di 1-0 per la Juventus, lo scudetto si avvicina. 

Pareggio della Spal ad inizio ripresa. Al 48′, Kevin Bonifazi ha segnato di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore della squadra di Ferrara. Al 58′, la difesa della Juventus si è dimenticata di Murgia ma il colpo di testa del centrocampista della Spal è debole e Perin lo ha bloccato senza problemi.

Al 60′ è uscito Kastanos, autore di una gara non esaltante, ed è entrato in campo Nicolussi, che ha già esordito in Serie A contro l’Udinese. Al 68′, è entrato in campo Mavididi al posto di Moise Kean: per lui si tratta dell’esordio assoluto in Serie A. Al 73′, Murgia ha messo in azione Floccari con un tocco a metà tra il petto ed il braccio, l’ex attaccante della Lazio ha spiazzato Perin da due passi. La Spal ha vinto 2-1, festa scudetto rinviata per la Juventus. 

Spal-Juventus. Le scelte di Allegri.

Massimiliano Allegri a caccia del suo quinto scudetto consecutivo con una formazione inedita. Esordio dal primo minuto per i giovani Gozzi e Kastanos. Kean titolare al posto dell’acciaccato Cristiano Ronaldo (il portoghese viene risparmiato per il ritorno dei quarti di Champions League contro l’Ajax).
La Juve scende in campo con il 3-5-2, modulo tattico che Allegri alterna al 4-3-3. In porta gioca Mattia Perin, difesa a tre con il veterano Andrea Barzagli, il debuttante Gozzi e l’adattato Mattia De Sciglio.

Centrocampo folto. Allegri ha deciso di schierare una mediana a cinque con Cancelo e Spinazzola sulle corsie esterne, Bentancur ed il debuttante Kastanos a protezione della difesa ed il rientrante Cuadrado libero di inventare calcio sulla trequarti campo. In attacco, largo ai due calciatori che si sono dati la staffetta durante l’ultima vittoria in campionato contro il Milan. Contro la Spal toccherà a Moise Kean e a Paulo Dybala. Kean è il calciatore più in forma del momento mentre Dybala è alla ricerca di continuità e di prestazioni convincenti dopo il gol al Milan ma anche dopo gli screzi con il suo allenatore Massimiliano Allegri.

Spal-Juventus. FORMAZIONI UFFICIALI.
SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek, Vicari, Bonifazi; Missiroli, Murgia, Schiattarella, Lazzari, Fares; Petagna, Floccari. Allenatore: Semplici.

JUVENTUS (3-5-2): Perin; De Sciglio, Barzagli, Gozzi; Cancelo, Cuadrado, Bentancur, Kastanos, Spinazzola; Dybala, Kean. Allenatore: Allegri.