Tifosi Napoli assaltano autogrill: rubati birre e tramezzini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Novembre 2015 8:37 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2015 8:38
Tifosi Napoli assaltano autogrill: rubati birre e tramezzini

Foto d’archivio

PISTOIA – Un gruppo di tifosi del Napoli ha preso d’assalto un autogrill. Cibi e bibite presi e consumati senza pagare, così il direttore ha chiamato la polizia. Prima si sono diretti sul bancone dei tramezzini afferrando tutto quello che potevano. Poi, non contenti, hanno preso di mira il reparto bibite: bottiglie di acqua e birra a volontà. Il problema è che alla fine della loro “irruzione” nell’Autogrill hanno dimenticato di passare alla cassa per pagare.

Veri e propri momenti di panico intorno alle 21 di domenica per i dipendenti del punto ristoro di Serravalle (direzione Firenze) lungo l’A11. Quando hanno visto entrare quell’orda di tifosi del Napoli, di ritorno dalla trasferta di Genova, hanno subito pensato che ci sarebbero stati problemi. E infatti così è stato.

Come scrive Michela Monti per La Nazione:

I tifosi, circa duecento ( due pullman pieni) che arrivavano direttamente da Genova dove la loro squadra aveva giocato nel pomeriggio, evidentemente approfittando del gran numero di persone presenti in quel momento nell’Autogrill, tra cui molti “reduci” del Lucca Comics, hanno ben pensato di servirsi come se fossero a casa loro.

Sono entrati e non curanti di file o scontrini da fare, hanno preso tramezzini, panini, acqua e birra per cenare. In pochi sembra abbiano pagato quanto consumato, la stragrande maggioranza se ne è andata senza batter ciglio. Il direttore dell’Autogrill, vista la situazione decisamente fuori controllo, ha dato subito l’allarme. Sul posto la polizia stradale, almeno tre pattuglie, la questura e i Carabinieri. I poliziotti hanno identificato tutte le persone presenti nei pullman e interrogato i dipendenti dell’Autogrill. Al momento al vaglio degli inquirenti le registrazioni delle telecamere. Solo dopo aver fatto i dovuti riscontri scatteranno eventualmente le varie denunce.