Tottenham festeggia, Sissoko no: “Negli spogliatoi prima del VAR, per me eravamo stati eliminati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 aprile 2019 17:34 | Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2019 17:39
Tottenham festeggia, Sissoko no: "Negli spogliatoi prima del VAR, per me eravamo stati eliminati"

Tottenham festeggia, Sissoko no: “Negli spogliatoi prima del VAR, per me eravamo stati eliminati”. Foto EPA/NEIL HALL

MANCHESTER – Tutto il Tottenham ha festeggiato la qualificazione alle semifinali di Champions League dopo il fischio finale dell’arbitro Cakir. Tutto il Tottenham meno Sissoko. Il centrocampista francese, uscito durante la partita per infortunio, dopo il gol del 5-3 di Sterling ha deciso di andare direttamente nello spogliatoio. Era molto deluso e ha preso questa decisione in maniera istintiva. Come per soffrire da solo, in silenzio. Peccato che da lì a poco, l’arbitro turco Cakir avrebbe annullato la rete del 5-3 facendo terminare la partita sul 4-3 e facendo partire la festa del Tottenham.

Tottenham, Sissoko pensava che la squadra fosse uscita dalla Champions League. 

Come scrive il Mirror, che cita L’Equipe, Sissoko ha raccontato: “Eravamo sul 4-3, erano i minuti di recupero e credevamo davvero di farcela. Io ero in panchina, la partita stava finendo ma il City ha segnato il gol del 5-3. Quando ho visto il gol di Sterling mi sono chiuso in me stesso e ho deciso di rientrare negli spogliatoi, quindi non mi sono accorto che il VAR ha successivamente annullato la rete. Per quanto ne sapevo eravamo stati eliminati, poi uno dello staff mi ha raccontato tutto.

E’ entrato nello spogliatoio urlando ‘Ce l’abbiamo fatta’, ma io non capivo cosa stesse dicendo e allora mi ha spiegato che avevano annullato il gol di Sterling. A quel punto mi sono messo la prima maglietta che ho trovato e sono corso fuori per festeggiare con i compagni, mi ero pure dimenticato dell’infortunio. Per me è stato uno shock a livello emotivo”.
Fonte: Mirror e L’Equipe.