Valentino Rossi: “MotoGp Valencia? Velocità e un pò di c…”

di redazione blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2015 17:46 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2015 17:46
Valentino Rossi: "MotoGp Valencia? Velocità e un pò di c..."

Rossi nella foto LaPresse

VALENCIA (SPAGNA) – Servirà “tanta velocità” per rimontare posizioni in fretta. E “un po’ di culo”. Ecco la ricetta di Valentino Rossi per la gara di domani a Valencia, in cui partirà ultimo.

“Sarà importante il lavoro che riusciremo a fare tra oggi e domani per il mio passo. Perchè dopo i primi 5-6 giri conterà il ritmo di gara, quindi sarebbe importante essere qualche decimo sotto i tempi di quelli che devo raggiungere. Poi, partendo 26/o, sinceramente faccio un po’ fatica a capire dove posso arrivare”.

Non tutto è perduto per Valentino Rossi, che domani parte in ultima fila nel Gp di Valencia. Il Dottore può ancora vincere il titolo mondiale della Motogp. A patto di una favolosa rimonta che lo porti ad arrivare davanti al suo rivale Jorge Lorenzo.

Oppure se riesce a sfruttare, con i piazzamenti, i 7 punti di vantaggio che ancora lo dividono dal pilota spagnolo. Ecco le possibili soluzioni che possono regalare al pilota di Tavullia il suo decimo titolo: La prima opzione per Rossi, e certo la più difficile, è naturalmente quella di vincere la gara o comunque arrivare davanti allo spagnolo.

Valentino poi ha una seconda opzione obbligatoria per conquistare il titolo: chiudere la classifica almeno un punto sopra Jorge Lorenzo.

Il pari fra i due concorrenti infatti non basta all’italiano perchè lo spagnolo ha vinto 6 gp, contro i 4 di Rossi, e quindi a parità di punti il titolo va a Lorenzo. Altre ipotesi utili per Rossi: se Lorenzo vince a Valencia, il pilota italiano deve arrivare secondo per far suo il Mondiale; se Lorenzo è secondo, Rossi deve arrivare terzo; se Lorenzo è terzo, al dottore basta arrivare sesto sul traguardo per vincere il titolo mondiale. Se lo spagnolo è quarto all’arrivo, all’italiano basta il nono posto per restare in vetta alla classifica.

Se Lorenzo è quinto, a Rossi è sufficiente arrivare anche 11mo per portare a casa il titolo Mondiale. Altre varianti: se Lorenzo arriva sesto, a Rossi basta il 12mo posto; se, Lorenzo è settimo, Rossi si può accontentare del 13mo; se Lorenzo giunge ottavo, Rossi vince il titolo anche se arriva 14mo.

Con Lorenzo nono, a Rossi basta arrivare quindicesimo. Infine, se lo spagnolo giunge al decimo posto o anche oltre, Valentino è campione.

Questi i punteggi attribuiti in base all’ordine d’arrivo dei piloti: al vincitore 25 punti, al 2/o vanno 20 punti; al terzo 16 punti; al 4/o vanno 13 punti; al 5/o 11 punti; al sesto, 10 punti; al 7mo, 9 punti; e cosi’ via, uno in meno per ogni posizione fino al 15mo posto.

In classifica, prima dell’ultimo gp, Valentino Rossi ha 312 punti, Jorge Lorenzo 305.