“Il Collegio 5”, il drammatico taglio dei capelli. La seconda puntata fa boom di ascolti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2020 13:10 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2020 13:10
"Il Collegio 5", il drammatico taglio dei capelli. La seconda puntata fa boom di ascolti

“Il Collegio 5”, il drammatico taglio dei capelli. La seconda puntata fa boom di ascolti

Nella seconda puntata de “Il Collegio 5” è tempo di taglio dei capelli, uno dei momenti più drammatici per le ragazze e i ragazzi del programma.

Nella puntata di martedì 3 novembre 2020 de “Il Collegio 5” i protagonisti di questa edizione devono fare i conti con delle regole sempre più stringenti e difficili da accettare, così lontane dal modo in cui sono soliti vivere nelle loro famiglie: il taglio dei capelli.

Pianti e urla per le ragazze in gara (i maschietti l’hanno presa con più filosofia…). Lunghe chiome drasticamente ridotte a caschetti storti. Tra le lacrime una di loro cercando di intenerire i sorveglianti dice: “Ma questa è una violenza psicologica”. 

Il programma fa boom di ascolti

“Il Collegio 5” su Rai2 fa il pieno di ascolti e batte se stesso: seguitissimo anche il nuovo appuntamento andato in onda ieri sera con il 10,56% e 2.469.238 spettatori, con picchi di share prossimi al 16% (15,74% alle 23:53). E’ il miglior dato di sempre per una seconda puntata e supera “Le Iene” su Italia Uno (8,2%).

Analizzando i dati più in profondità, la più forte evidenza che Il Collegio sa raggiungere è nell’audience giovane. Sono fenomenali i numeri sul pubblico under 15 anni: nella classe di età 11-14 anni con uno share complessivo del 44,6%; in quella femminile tra gli 8 e i 14 anni il dato è del 43,8%, e arriva un risultato altrettanto rilevante dai teens con il 39,1%.

Cosa è successo nella seconda puntata

Al collegio viene ammesso un nuovo studente, Simone Bettin di San Miniato (PI) che si fa subito notare per il suo atteggiamento spavaldo; è arrivato il nuovo collaboratore scolastico, il bidello Enzo Marcelli, che si occuperà di distribuire il materiale didattico e le merende e sin da subito si dimostra di tutt’altra pasta rispetto ai sorveglianti. Infine fa il suo ingresso il nuovo professore di recitazione Patrizio Cigliano.

La vita collegiale continua, dopo il taglio dei capelli, i gesti d’intemperanza degli alunni continuano sia durante il giorno sia durante la notte: Bettin e Crivellini si rivelano gli elementi di maggior disturbo, ad ogni lezione il loro comportamento scatena l’ira dei professori, che sono costretti a ricorrere all’autorità del preside per ristabilire l’ordine. (Fonte Il Collegio 5).