Rai, nei corridoi si vocifera: Saccà torna con le fiction, a rischio la tutela legale di Report. Le possibili mosse di Masi

Pubblicato il 27 Ottobre 2010 12:14 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2010 12:14

viale mazzini“Fuori” la tutela legale di Report, “dentro” le fiction targate Agostino Saccà: sarebbero queste, secondo un articolo di Repubblica scritto da Leandro Palestini, le prossime mosse del direttore generale della Rai Mauro Masi.

Secondo quanto riportato nell’articolo, la conduttrice di Report Milena Gabanelli è finita nel mirino dei vertici di Viale Mazzini “per effetto della puntata su Antigua (per la quale Berlusconi ha annunciato la querela) e di quella sulla riforma fiscale in cui si sottolineava la difficoltà «di separare la figura del Tremonti ministro da quella del Tremonti commercialista »”.

Ma la notizia ancora più a sorpresa sarebbe un’altra: come ha sottolineato Palestini, “nei corridoi di viale Mazzini si parla di un possibile ritorno di Agostino Saccà”. Infatti, viene spiegato subito dopo, “anche se in pensione, l’ex direttore generale (sospeso da Cappon dopo le intercettazioni telefoniche in cui si dimostrava disponibile a seguire le segnalazioni di Berlusconi), sembra che abbia buone probabilità di vincere la sua causa di lavoro per “indennità sostitutiva di preavviso””.

Per questo motivo, spiega Palestini, “in Rai, per evitare un eventuale costoso risarcimento, qualcuno sta lavorando per una transazione più indolore: garantire alla August Sun (società produttrice di film con a capo Saccà), l’acquisto di un certo numero di fiction all’anno da parte della Rai, per far recedere Saccà dal tornare in tribunale”.

L’elevato costo delle fiction avrebbe suscitato anche i dubbi dei consiglieri in orbita Pdl, vista la situazione “drammatica” che stanno vivendo le casse dell’azienda pubblica: “L’acquisto di 2-3 fiction costerebbe milioni di euro”.