Sabina Ciuffini: “Mike Bongiorno un secondo padre, la tv deve tornare a farci crescere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2021 17:37 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2021 17:37
Sabina Ciuffini: "Mike Bongiorno un secondo padre, la tv deve tornare farci crescere"

Sabina Ciuffini: “Mike Bongiorno un secondo padre, la tv deve tornare a farci crescere” (foto Ansa)

Sabina Ciuffini è stata intervistata nel corso di Oggi è un altro giorno, trasmissione televisiva di Rai 1.

Sabina Ciuffini ha parlato del suo lungo rapporto professionale con Mike Bongiorno ed anche della tv attuale. 

Secondo la Ciuffini, la tv deve tornare a farci crescere dal punto di vista culturale.

Sabina Ciuffini: “Mike Bongiorno rimase deluso dalla deriva della tv”

Le dichiarazioni della Ciuffini a Oggi è un altro giorno.

“Lui era entusiasta della televisione commerciale, ma aveva l’illusione di poter avere il controllo dei contenuti.

Lui rimase deluso da questa deriva dei contenuti.

Questa è una cosa che ha addolorato lui come me, perché partire da quella straordinaria televisione, osservarne e ammirarne gli artefici straordinari, grandi teste e grandi uomini, non dispero che questa scatola magica possa tornare a farci crescere e farci diventare più belli, migliori”. 

Sabina Ciuffini: “Sono diventata famosa per caso…”

“Io pensavo allo stipendio. Quando Mike mi diede l’occasione, mi resi conto di essere diventata famosa per caso. La televisione a quei tempi non la voleva fare nessuno perché erano gli anni del ’68. E in quegli anni si considerava la televisione ‘bassa’.”

“È stato per me un secondo padre. Mi avvisava, mi avvertiva. Mi dava consigli: guarda che a una donna non viene mai perdonato niente, mi diceva. Quindi, in quegli anni non ho fatto altro che lavorare. Quello che sono stata, lo devo solo a lui”.

Sabina Ciuffini: “La mia vita è cambiata grazie alla tv”

“Alla quarta puntata mi sono resa conto che la mia vita sarebbe cambiata, perché non potevo più fare le cose di tutti i giorni, tipo prendere un autobus”. 

E’ stata la prima valletta a prendere la parola e ad apparire in video in minigonna in tempi di censura perbenista e bacchettona.

Ciuffini ha ricevuto due Telegatti, uno per M’ama non m’ama (1984) e l’altro per Anima mia (1997).

Ma sull’onda del successo Sabina ha poi scelto di vivere la vita di donna normale che ha cresciuto i propri figli (ne ha due, Jacopo, 38 anni e Ilaria 35).

Ha scelto di dedicarsi agli affetti, alla sorella scomparsa qualche anno fa a causa di una leucemia, per la quale ha fatto il trapianto del midollo per anni.

A lanciarla in tv è stato il re dei presentatori Mike Bongiorno che, come lei stessa ha più volte ricordato, l’aveva “agganciata” all’uscita del liceo Giulio Cesare a Roma, quando era poco più di un’adolescente, consacrandola al successo televisivo (fonti Oggi è un altro giorno e Ansa).