Sanremo 2020, terza serata: share 54,5%, record dal 1997. In 13 milioni per Benigni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Febbraio 2020 11:05 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2020 11:06
Roberto Benigni, Ansa

Sanremo 2020, terza serata: share 54,5%, record dal 1997. In 13 milioni per Benigni (foto Ansa)

ROMA – Volano gli ascolti anche della terza serata del Festival di Sanremo. Ieri, giovedì 6 febbraio, la media spettatori è stata di 9 milioni 836mila e quella dello share è stata pari al 54,5%. Numeri in aumento rispetto alla stessa serata di un anno fa, quando la media spettatori di 9 milioni 409mila e quella share del 46,7%.

La media share della terza serata del Festival di Sanremo 2020 è stata la più alta dal 1997. Ieri è stata pari al 54,5%, allora fu di un punto percentuale superiore, il 55,5%, edizione condotta da Mike Bongiorno con Piero Chiambretti e Valeria Marini.

La prima parte della serata, in onda dalle 21.28 alle 23.47 e quindi con dentro l’intervento di Roberto Benigni dedicato al Cantico dei Cantici, stata seguita da 13 milioni 533mila spettatori e share del 53,6%, in netto aumento rispetto a un anno fa, quando gli spettatori furono 10 milioni 851mila e lo share 46,4%. La seconda parte, in onda dalle 23.51 all’1.59 (lo spettacolo è andato avanti ancora per una decina di minuti ma l’Auditel ferma alle 2 la rilevazione), è stata seguita da 5 milioni 636mila spettatori e share del 57,2%, rispetto ai 5 milioni 126mila e al 49,1% di un anno fa.

Un andamento, quello del Festival targato Amadeus, in crescendo

Non accadeva dal 1990 che la media share della prima serata fosse inferiore a quella della seconda serata ed anche a quella della terza serata. Ovvero ci fosse un crescendo e non un andamento altalenante. Quest’anno è accaduto, e stiamo parlando comunque di numeri elevati.
La prima serata di questa 70^ edizione ha avuto infatti una media share del 52,2%; quella della seconda è stata del 53,3% e quella di ieri, serata dedicata alle cover, è salita ancora arrivando al 54,5%, quindi un incremento di volta in volta intorno a qualcosa più di un punto percentuale. Nel 1990, edizione del Festival condotta da Johnny Dorelli con Gabriella Carlucci, la prima serata ebbe una media del 53,71%, la seconda del 60,97 e la terza del 64,59, quindi con incrementi più sostanziosi.
Poi, da allora, non era più accaduto che la prima serata ‘soccombesse’ alle altre in fatto di share, è stata sempre quella con media superiore. Al massimo è accaduto che sia stata superata qualche volta dal risultato della terza serata. E a questo punto, vista l’attesa per la finale, è probabile che la 70^ edizione del Festival venga ricordata anche come quella in cui è stata proprio la serata inaugurale a fare lo share più basso. Basso per modo di dire.

Fonte: Agi.