D’Ambrosio (M5s), gesto manette alla Camera. Pd va via da Aula e volano fascicoli. Fico: “Arrivederci” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 14:08 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 14:42
dambrosio m5s

D’Ambrosio (M5s), gesto manette alla Camera. Pd va via da Aula e volano fascicoli

ROMA – Alla Camera si discute sulla proposta di legge costituzionale in materia di inziativa legislativa popolare. E scoppia la bagarre con fascicoli che volano in direzione Roberto Fico. 

A lancarli alcuni parlamentari del Pd, che polemizzano duramente contro il presidente della Camera decidendo poi di abbandonare l’Aula. A scatenare le polemiche un intervento del deputato del Movimento 5 Stelle D’Ambrosio, che si è messo a criticare i suoi colleghi parlamentari. Il suo intervento si è chiuso con il gesto delle manette.

Fico lo redarguisce soltanto non espellendolo dall’Aula. L’opposizione, a questo punto, si scatena: in particolare, sono Emanuele Fiano ed Enrico Borghi a rimproverare il Presidente della Camera che hanno interpretato il gesto delle manette come indirizzato in particolare a Gennaro Migliore. “E’ intollerabile” hanno detto i due, accusando che non è possibile non espellere D’Ambrosio.

A questo punto il Pd ha deciso di abbandonare l’Aula ed ha lancaito fascicoli contro Fico accusandolo di fare favoritismi nei confronti dei suoi colleghi di partito. Nella confusione è volata anche una sedia che si trova nei banchi del governo. La seduta, di conseguenza, è stata immediatamente sospesa.

Mentre i deputati del Pd lasciavano l’Aula della Camera per la mancata espulsione di Giuseppe D’Ambrosio , il presidente Fico ha detto “arrivederci”  rinfocolando così la protesta dei dem. A seguire il video dell’Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev.