Di Battista diceva: “Pd salva le banche in 18 minuti.” M5s ha fatto la stessa cosa in 8 minuti VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 gennaio 2019 13:28 | Ultimo aggiornamento: 8 gennaio 2019 13:33
Di Battista Pd salva banche

Di Battista diceva: “Pd salva le banche in 18 minuti.” M5s ha fatto la stessa cosa in 8 minuti

ROMA – Alessandro Di Battista, nella passata legislatura, accusava il governo guidato dal partito Democratico di salvare le banche in soli 18 minuti. Il riferimento era al tempo di approvazione del decreto. Durante un intervento, alla Camera, del 12 luglio 2017, l’ex deputato M5s affermò che “i quattrini per le banche d’affari, per le banche private, questi ipocriti di sinistra che danno dei ‘fascisti’ al M5S li trovano in 18 minuti, il tempo di un prelievo al bancomat. Solo che il bancomat sono i denari pubblici, le tasse di tutti i cittadini italiani”.

Ora emerge che il Consiglio dei Ministri di lunedì 7 gennaio che ha approvato un decreto con misure urgenti su Banca Carige, provvedimento che non esclude la nazionalizzazione dell’istituto di credito, è durato in tutto solo 8 minuti. Il comunicato ufficiale della Presidenza del Consiglio, racconta nero su bianco infatti che i ministri si sono riuniti a Palazzo Chigi alle ore 21.33 e sono rimasti là fino alle 21.41, quindi in tutto appena 8 minuti.

Il particolare non è sfuggito all’opposizione.  il deputato del Pd Michele Anzaldi, che pubblica il video dell’intervento di Di Battista, scrive: “Tutti ricordano le sceneggiate di Di Battista in Aula a Montecitorio, quando accusava il Governo del Pd di aver salvato le banche ‘in 18 minuti’, il tempo di un ‘prelievo al bancomat ma con i soldi dei cittadini italiani’. Il suo Governo, quello del cambiamento M5S guidato da Di Maio e Salvini, ha fatto meglio: ha salvato Banca Carige in un Cdm lampo di notte durato 8 minuti, dalle 21.33 alle 21.41″. 

“E lo ha fatto – aggiunge Anzaldi – usando gli stessi soldi pubblici già utilizzati dal Governo Gentiloni per salvare altre banche e altri correntisti, come è giusto per tutelare il sistema del risparmio. Ora chiederanno scusa? O continueranno a nascondersi, come hanno fatto ieri sera, con un Cdm clandestino senza conferenza stampa né domande dei giornalisti?”.

Sulla stessa linea il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: “Quando Di Maio e Di Battista impareranno a leggere, si accorgeranno che i grillini hanno varato per la Carige un provvedimento identico a quelli fatti nel passato dai governi guidati dal Pd per altre crisi bancarie”.

“Doveroso garantire i risparmiatori, come sempre vittime incolpevoli dei disastri bancari, ma qual è la differenza tra questo intervento del governo Conte, a trazione grillina e quelli fatti nel passato per salvare i disastri dell’MPS e di altri istituti di credito? Nessuna. I grillini – sostiene Gasparri – hanno mentito sull’ambientalismo, stanno trivellando e devastando i territori in tutta Italia, hanno mentito sul reddito di cittadinanza, che non ci sarà e sarà riservato a pochissimi, in buona parte stranieri, hanno mentito su tutto. E anche sulle banche hanno detto una montagna di bugie. Parlavano di cambiamenti, fanno le stesse cose del passato. Che Di Maio e Di Battista non lo capiscano ci pare evidente. Fanno, come gli esponenti del Pd, i reggicoda di banchieri che hanno creato disastri. Invece di chiedere conto degli errori fatti, fanno i camerieri dei devastatori del risparmio dei cittadini. Qualcuno glielo spieghi. E lo spieghino anche ai vari Grillo e Casaleggio, urlatori di sempre e imitatori di quelli che li hanno preceduti”, conclude.