Higuain espulso durante Milan-Juve. Cosa ha detto all’arbitro: il labiale VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 novembre 2018 15:56 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2018 15:57
Labiale Higuain

Higuain espulso durante Milan-Juve. Cosa ha detto all’arbitro: il labiale

MILANO – Gonzalo Higuain viene espulso dall’arbitro Mazzoleni durante il big match Milan-Juve. Il calciatore è stato costretto a lasciare il campo per un’espulsione, maturata sul terreno di gioco. il Pipita, dopo che l’aribtro ha fermato il gioco per un fallo si è rivolto in modo aggressivo. Cosa ha detto a Mazzoleni? “Fischi sempre a me, fischi sempre a me. Ho preso la palla!”. Non sembrano parole offensive: l’ex di Napoli e Juve è stato espulso più per le proteste ed anche per essersi rivolto, al direttore di gara, in modo aggressivo. La sua espressione facciale non lascia infatti dubbi.

Gonzalo Higuain, per via dei suoi comportamenti ha condannato il Milan alla sconfitta interna contro la Juventus. Il calciatore era talmente nervoso che molto probabilmente sarebbe stato meglio non schierarlo in campo.

Nel primo tempo si è guadagnato un rigore e ha preteso di calciarlo togliendo la palla dalle mani del compagno di squadra Kessie, il rigorista della squadra. Dagli undici metri ha voluto sfidare Szczesny calciando dalla parte che gli aveva indicato il portiere polacco e ha sbagliato. 

Nella ripresa ha giocato male e all’83esimo si è fatto espellere. Prima ha rimediato un cartellino giallo per un normale fallo di gioco, poi si è scagliato contro l’arbitro Mazzoleni e ha rimediato l’espulsione. A quel punto ha anche aggredito Cristiano Ronaldo e Chiellini, prima di essere calmato dai compagni di squadra. E ancora: prima di lasciare il campo è anche scoppiato in lacrime.