Mondiali pallavolo, Italia batte anche Slovenia: “zar” Ivan Zaytsev guida il “geyser sound” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 15:18 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 15:18

Mondiali pallavolo, Italia batte anche Slovenia: "zar" Ivan Zaytsev guida il "geyser sound"FIRENZE – L’Italia vince 3 a 1 contro la Slovenia ai Mondiali di volley. Lo “zar” Ivan Zaytsev ha guidato il “geyser sound” dopo la vittoria. Il video è stato postato su Facebook.

“Grazie di #Firenze Ci avete trasmesso un’energia immensa!! Il sogno continua!!” scrive il pallavolista. Il “geyser sound” è un particolare tifo che riproduce il rumore dei geyser e che ha reso l’Islanda famosa in tutto il mondo.

I giocatori al centro del campo hanno dato il via alla coreografia e il pubblico del Mandela Forum di Firenze li segue con entusiasmo.

Pokerissimo azzurro. Dopo Giappone, Belgio, Argentina, Repubblica Dominicana, l’Italia di Gianlorenzo Blengini batte anche la Slovenia per 3-1 (23-25, 25-19, 25-13, 25-18, in 2h04′) e conclude il girone della Poule A al primo posto, a punteggio pieno. Un risultato prezioso perché, nella seconda fase, i punti conquistati nel Mandela Forum a Firenze, saranno molto utili e importanti per il proseguo del Mondiale di Pallavolo. Da venerdì l’Italia sarà impegnata a Milano per la seconda fase: nel proprio girone affronterà Olanda, Finlandia e Russia. La Slovenia parte forte, con velocità e continuità, mentre l’Italia cerca di rispondere colpo su colpo anche se sbaglia molto, troppo, in ricezione.

Al primo time-out tecnico c’è il sorpasso azzurro (8-7) con un bel muro di Anzani. Da quel momento l’Italia va avanti sempre di due punti (10-8) con muro di Lanza, poi ancora con muro di Mazzone (12-10) e così si va avanti fino al secondo time-out tecnico con il muro di Anzani (16-10) che fa esplodere tutto il Mandela Forum di Firenze. La Slovenia, però, non molla e resta in partita. Riprende e supera gli azzurri (17-18), mantiene il doppio vantaggio e alla fine si aggiudica il primo set in 32 minuti per 25-23. Il secondo set per gli azzurri di Blengini inizia peggio del primo: 3′ e l’Italia è sotto 4-1 e subito viene chiamato il time-out. Al rientro l’Italia inizia a dare segni di vitalità e pian piano, sotto le ‘castagne’ e punti di Ivan Zaytsev (quattro consecutivi) e pian piano inizia la rimonta fino a riprendere la Slovenia 8-8. A quel punto la partita è punto a punto con Zaytsev e Juantorena che prendono per mano la squadra, grazie anche alla gran difesa di Giannelli e Anzani. Sul 17-15 l’Italia trova il break decisivo, allunga fino al 20-18 quando Juantorena oltre ai ‘coperchi’ fa cadere sul parquet palloni pesanti.

Sul finale di set torna protagonista anche Anzani: prima con un muro per il 24-18 e poi con la schiacciata vincente che dopo 32 minuti dava all’Italia il set 25-15 per l’1-1. A quel punto il match cambia totalmente e l‘Italia diventa padrona. Il terzo set è tutto a tinte colori azzurri, grazie anche ai punti di Maruotti e Mazzone, al consueto muto tricolore, a un bellissimo recupero di Colaci. Alla Slovenia non resta che stare a guardare e come il secondo set, il terzo si chiude prima con un muro e poi con una schiacciata di Anzani per il 25-13 in 27 minuti di gioco. Il quarto set prosegue sulla stessa linea, con la Slovenia che resta in partita fino al 13-11, poi Zayrtsev e Juantorena, Mazzone e Maruotti spingono fino alla fine con il set che si chiude 25-18 in 31′.