YOUTUBE Nuova Zelanda, l’arresto di uno dei killer delle due moschee

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 15 marzo 2019 14:25 | Ultimo aggiornamento: 15 marzo 2019 14:25
Nuova Zelanda, l'arresto di uno dei killer delle due moschee

Nuova Zelanda, l’arresto di uno dei killer delle due moschee

ROMA – Un agente di polizia punta l’arma contro uno dei quattro attentatori che, a Cristchurch in Nuova Zelanda, hanno assaltato due moschee uccidendo almeno 49 persone.

L’auto viene speronata da una volante e si ritrova al bordo strada, con due ruote contro il marciapiede e lealtre due rialzate. Un agente munito di giubetto antiproiettili si avvicina con la pistola in pugno. Dietro di lui c’è un secondo poliziotto anch’esso armato. La persona all’interno dell’auto viene trascinata fuori, gettata a terra e ammanettata.

Un passante riprende la scena da un’auto: pur assistendo ad una scena del genere, sembra ridere divertito. Fatto sta che il video dell’arresto viene postato in Rete rendendo così questi due agenti degli eroi.  

Uno dei componenti del commando della strage di oggi nelle due moschee di Christchurch si chiama Brenton Tarrant ed è un australiano bianco di 28 anni. Si tratta di un fanatico suprematista bianco che ha anche filmato tutta la scena della sua aberrante impresa.

“Vorrei solo che avessi potuto uccidere più invasori e anche traditori”, aveva scritto ancora prima di compiere la strage  nel suo manifesto di 74 pagine pubblicato online prima degli attacchi contro due moschee della città neozelandese. 

Fonte: Daily Mail