Palermo, bomba d’acqua sulla città: Comune chiude i sottopassi, poi li riapre VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2020 15:51 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2020 15:51

Palermo, bomba d’acqua sulla città: Comune chiude i sottopassi, poi li riapre

Palermo, una bomba d’acqua che si è abbattuta sulla città ha costretto il Comune a chiudere i sottopassi in viale Regione Siciliana. Ora sono stati riaperti.

Palermo, bomba d’acqua sulla città. Il Comune  ha chiuso al traffico i sottopassi in viale Regione Siciliana.  

In altre zone della città le strade si sono allagate e il traffico è diventato caotico. 

Alcune squadre dei Vigili del Fuoco sono state impegnate sulle segnalazioni di allagamenti in diverse zone cittadine.

La chiusura è stata decisa dopo gli allagamenti avvenuti a luglio scorso con i sottopassi trasformati in fiumi.

Palermo, Polizia municipale presidia i sottopassi

A presidiare i sottopassi sono stati gli agenti delle Polizia municipale.

Il comune ha quindi fatto sapere: “A seguito di verifica tutti i sottopassi sono stati riaperti”.

“La Protezione Civile monitora la situazione. Eventuali aggiornamenti in tempo reale saranno diffusi tramite questo canale”.

Inoltre, spiega il Comune, “tre pattuglie di polizia municipale ed una squadra di Amap (la municipalizzata acquedotti ndr) sono incaricate del monitoraggio costante della situazione oggi e domani”.

Cagliari, bomba d’acqua trasforma le strade in fiumi

Nel pomeriggio di giovedì 10 settembre, Cagliari è stata colpita da una fortissima bomba d’acqua che ha allagato le strade della città tra cui la centralissima via Roma si è trasformata in una piscina. 

Strade, sottopassaggi, case e negozi allagati, auto bloccate in mezzo alle strade, alberi caduti e viabilità in tilt.

È pesante il bilancio della bomba d’acqua: un ciclone ha portato un temporale con venti oltre i 100km/h e grandi quantità di pioggia.

Vigili del Fuoco e Polizia municipale hanno ricevuto molte chiamate. 

A seguire un video sulla situazione di Palermo (fonte: Ansa, Agi).