Trombe d’aria e grandinate in Veneto e Lombardia: danni al raccolto VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Agosto 2019 13:45 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2019 13:45

Frane su Passo Pordoi in Veneto (Foto Ansa)

TREVISO – Serre scoperchiate, ortaggi e verdure distrutte, alpeggi isolati per le violente grandinate, trombe d’aria e tempeste di acqua e vento che hanno colpito il nord Italia fra la Lombardia e il Veneto. E’ la fotografia scattata da Coldiretti con un monitoraggio sull’ultima ondata di maltempo che ha colpito a macchia di leopardo la penisola causando milioni di euro di danni.

L’organizzazione agricola segnala che “le ultime tempeste di grandine hanno investito la zona di Lecco e la Bergamasca con danni fino all’80% delle serre di insalate. Il maltempo – precisa – ha distrutto campi di rabarbaro, reso impraticabili le strade di campagna e isolato i pascoli mentre in Veneto sono stati investiti vigneti e uliveti a macchia di leopardo in questo inizio d’agosto anomalo”.

Coldiretti, su dati Eswd, segnala inoltre che “da quando è partita l’estate l’Italia è stata colpita da 462 tempeste di ghiaccio, acqua e vento, il 75% in più rispetto all’anno scorso, con pesanti ripercussioni sulle coltivazioni, l’allevamento e il lavoro degli agricoltori”.

Sabato 3 agosto la situazione dovrebbe cambiare: il sole dovrebbe tornare anche al nord, mentre il cielo potrebbe essere nuvoloso su Emilia Romagna, regioni centrali adriatiche e nord della Puglia. Rovesci sono previsti tra Romagna e Marche, ma con tendenza a un generale miglioramento. Nel pomeriggio qualche addensamento lungo l’Appennino centro-meridionale e attorno ai rilievi del Triveneto, con brevi rovesci tra le Dolomiti e il Friuli. Temperature in lieve rialzo al nord, in calo al centro-sud, ma con punte ancora oltre 35 gradi. (Fonte Ansa e YouTube).