VIDEO YOUTUBE Jacqueline Sutton, dubbi suicidio. Aveva soldi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2015 16:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2015 16:52

ISTANBUL (TURCHIA)  – Al momento della morte Jacqueline Anne Sutton, l’ex giornalista della Bbc trovata impiccata sabato notte in una toilette dell’aeroporto Ataturk di Istanbul, aveva 2.300 euro nel suo portafogli. A sostenerlo è il quotidiano Haber Turk. La circostanza accresce ulteriormente il mistero intorno alla fine della donna visto che i media locali, citando la polizia turca avevano parlato di una sua crisi nervosa prima del presunto suicidio dovuta a una supposta mancanza di denaro. Inoltre, in un nuovo video pubblicato in queste ore si vede la Sutton che passeggia in aeroporto. A diffonderlo è stata l’agenzia di stampa turca Ihlas.

Nelle immagini, girate dalle telecamere di sicurezza dello scalo, si vede la donna che chiede informazioni ad alcuni addetti dell’aeroporto 48 minuti dopo la mezzanotte tra sabato e domenica, circa mezz’ora dopo la partenza prevista del volo che aveva perso per Erbil, nel nord Iraq, dove si trovava il suo ufficio come direttrice locale dell’Iwpr (Insitute for War and Peace Reporting). Successivamente il video torna ai momenti precedenti, mostrando Sutton che passa attraverso alcune porte alle 22:03, pochi minuti dopo l’arrivo del suo volo da Londra. Poi la si vede con uno zaino in spalla, una borsa a tracolla e un sacchetto in mano probabilmente acquistato al duty free, camminare per l’aeroporto alle 23:14 e ancora 28 minuti dopo la mezzanotte. Nel video, che dura circa un minuto e mezzo, non sembra emergere alcuna dinamica sospetta.

La donna avrebbe dovuto acquistare un nuovo biglietto aereo dopo aver perso il volo che avrebbe dovuto portarla a Erbil. Secondo quanto riportato da alcuni media, inoltre, ci sarebbe stato un guasto alle telecamere di sicurezza nella zona dell’aeroporto dove si trovava Sutton prima di morire. La circostanza non è però stata confermata ufficialmente.