Amanda Knox, accusata di avere ucciso Meredith Kercher: in carcere cantavo “Let it be” dei Beatles e pensavo a casa

Pubblicato il 13 Giugno 2009 14:15 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2009 15:19

La canzone dei Beatles, ‘Let it be’, ha accompagnato spesso Amanda Knox nei primi momenti difficili trascorsi in carcere, in isolamento. Lo ha ricordato oggi la stessa studentessa di Seattle durante il suo interrogatorio davanti alla Corte d’Assise di Perugia che la sta processando per l’omicidio di Meredith Kercher, insieme a Raffaele Sollecito.

“Per i primi mesi in carcere e’ stata fondamentale per me questa canzone – ha detto Amanda – mi faceva pensare a casa e a quando la cantavo con i miei amici e la mia famiglia”. La Knox ha spiegato che la canzone parla di come affrontare un momento buio. “Per mesi sono stata sola e in isolamento – ha detto – quando uscivo ero sola e l’unica cosa che potevo fare era cantare questa canzone perche’ aiutava a farmi stare meglio”.

.