Giornalismo partecipativo, di Gennaro Carotenuto: “Moriremo di H1N1 o affogati nella melassa?”

Pubblicato il 21 Luglio 2009 16:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2009 17:09

092137_XAY801_CHINATOPIXNel blog che porta il suo nome, Gennaro Carotenuto fa un sintetico ma desolante quadro (“Moriremo di H1N1 o affogati nella melassa?”) della grande stampa italiana nei suoi rapporti con Berlusconi, che non riportiamo perché cane non morde cane e poi perché potete leggerlo da soli.

Vale invece riportare la conclusione, politicamente più rilevante e centrata sul bersaglio: «Spezziamo una lancia per la Gelmini. Almeno ha stoppato quell’irresponsabile del ministro (o viceministro?) della Salute, tale Ferruccio Fazio, che con 50 giorni di anticipo paventa la non riapertura delle scuole a settembre causa ex-suina ribattezzata H1N1 (colpito e affondato!). Mentre quest’estate moriranno il centuplo di persone rispetto a quelli che può uccidere la febbre solo per gli effetti diretti e indiretti dell’aria condizionata, Gelmini ha stoppato Fazio. Ma solo perché troppo presto. L’emergenza, la logica dell’emergenza per parlar d’altro, fa troppo comodo a chi non vuol parlare dei problemi del paese».

La chiusa: «Ci riproveranno dopo ferragosto, Felipe Calderón docet. Del resto, dai tempi del Cardinal Borromeo e da che mondo e mondo, peste, colera, untori, cosa c’è di meglio del nemico invisibile?».