San Lorenzo/ Con 2 giorni di ritardo arrivano le stelle cadenti. Lo sciame delle Perseidi illuminerà la notte

Pubblicato il 12 Agosto 2009 12:47 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2009 12:47

La notte di San Lorenzo è arrivata, anche se in ritardo di due giorni rispetto al solito 10 agosto. Quest’anno, infatti, il massimo di visibilità delle “stelle cadenti” è in programma per le 22 del 12 agosto. Le meteore che attraversano l’atmosfera terrestre, però, sapranno ripagare dell’attesa tutti gli appassionati. Gli astronomi prevedono che chi alzerà gli occhi al cielo assisterà a un vero e proprio “boom” luminoso: 60 avvistamenti all’ora, uno al minuto.

Lo sciame di stelle che sarà visibile stanotte è quello delle Perseidi, originato dalla cometa Swift-Tuttle. Lasciandosi indietro frammenti e detriti che, bruciando, danno origine a quelle che tutti chiamano, appunto, stelle cadenti.

Gli scienziati consigliano a chi vuole godersi lo spettacolo di allontanarsi dalle città più inquinate e l’Adnkronos compila addirittura una classifica dei luoghi più indicati dove assistere alla pioggia di stelle. In testa c’è la Valle d’Aosta con l’Osservatorio naturale di Pian Rosa, in Valtournenche, seguita da due punti di osservazione dell’Appennino ligure, il Passo del Giovà e Perinaldo. Le colline toscane e quelle sopra Bologna sono altri due luoghi indicati dagli specialisti, così come, per scendere nell’Italia meridionale, le pendici dell’Etna assicureranno un ottimo spettacolo.