Vita da ex parlamentari: una pacchia, dal seggio perduto ai salotti televisivi: riciclati come opinionisti

Vita da ex parlamentari: una pacchia, dal seggio perduto ai salotti televisivi: riciclati come opinionisti, da trombati a trombettieri. Un successo

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 24 Novembre 2022 - 15:12
Vita da ex parlamentari: una pacchia, dal seggio perduto ai salotti televisivi: riciclati come opinionisti, da trombati a trombettieri. Un successo

Vita da ex parlamentari: una pacchia, dal seggio perduto ai salotti televisivi: riciclati come opinionisti, da trombati a trombettieri. Un successo

Vita da ex parlamentari, una pacchia, dal seggio perduto ai salotti televisivi: riciclati come opinionisti, da trombati a trombettieri.

Da trombati a trombettieri. Fuori dal Parlamento, dentro ai talk show. Tutti li chiamano, tutti li vogliono. Una pacchia. È la nuova vita degli ex, i non rieletti alle ultime elezioni politiche : dal seggio ai salotti televisivi. Sì sono riciclati in fretta. Ora fanno gli opinionisti. E funzionano. Vediamo i più gettonati.

ANDREA ROMANO – A casa dopo due legislature. Sconfitto nel collegio uninominale della sua Livorno. È opinionista fisso  a Mediaset. Ma si fa vedere pure su La7, nella Piazzapulita di Formigli. Difende il Pd è fa il tifo per Bonaccini.

TOMMASO  CERNO – Senatore  Pd  (poi nel Misto) per un solo giro. Gay dichiarato. Ottima parlantina. Giornalista affermato: condirettore di Repubblica e direttore de L’Espresso. Oggi direttore de “L’identità”, quotidiano nazionale cartaceo e online. (Roma, via Teulada 52).  Tommaso fa il frondista di sinistra.  In Rai e Mediaset.

GIANLUIGI PARAGONE –  Altro senatore di una solo legislatura (travagliata). Espulso dal M5S, nel 2020 ha fondato Italbrexit, partito euroscettico, populista, antivaccino, anti Nato, conservatore. Imperversa su La7. Commenta di tutto, dal Covid all’Ucraina.

EMMA BONINO – Sette legislature, ministro nel governo Prodi, europarlamentare, oggi leader di +Europa  (europeista e liberale ) – partita con Calenda e sbarcata da Letta – ha collezionato solo flop: lei non è stata eletta, il suo partito non ha superato la soglia di sbarramento (2,83%). È molto richiesta, ma si concede poco.

BARBARA LEZZI –  Senatrice grillina, ministra per il Sud nel primo governo Conte, non ha voluto ricandidarsi passando direttamente nei salotti televisivi. Dove parla di ambientalismo, trivelle e rigassificatori.

EMANUELE FIANO – Ex deputato dem (Ds, PDS, Ds), dopo quattro legislature ha gettato la spugna, sconfitto da Isabella Rauti (45,2%), figlia di Pino ed ex moglie di Gianni Alemanno. FIANO oggi fa l’ospite negli studi televisivi di Mediaset  e Telelombardia (Milano Bovisa). Chiodo fisso : antifascismo e immigrazione.

LUCIANO NOBILI – Romano, renziano doc, deputato un solo giro, si consola frequentando vari salotti televisivi per illustrare le ragioni di Italia Viva e del Terzo Polo.