Perturbazione si “rigenera” su Genova: 3 giorni di temporali su tutto il Nord

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 ottobre 2014 13:10 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2014 13:10
Perturbazione si "rigenera" su Genova: 3 giorni di temporali su tutto il Nord

Perturbazione si “rigenera” su Genova: 3 giorni di temporali su tutto il Nord

GENOVA – Un temporale autorigenerante si abbatte su Genova dal 9 ottobre e  dopo l’alluvione le piogge incessanti continuano. L’acqua cade sul suolo, facendo esondare i fiumi, riempendo tombini e strade, allagando e sopraffacendo tutto ciò che incontra sul suo cammino.

E se al nord lo scenario di acque incessanti e allerte meteo costanti si profila alto per tutto il weekend dell’11 e 12 ottobre, le cose vanno ben diversamente al centro e al sud Italia. Un Paese meteorologicamente diviso, dove ai tre giorni di temporali minacciosi si contrappongono le condizioni meteo ben più gentili per il resto del paese, dove il sole vince le nubi.

Dopo la pioggia caduta nella notte del 9 ottobre e nel giorno del 10 ottobre, le nubi che minacciano Genova continuano a ricaricarsi con l’acqua del mare. Scaricano pioggia e ripescano acqua, rigenerandosi di continuo, con violenti nubifragi che senza pietà si abbattono su una città già sofferente.

Una perturbazione che senza scrupoli, così come la natura sa essere, non risparmia temporali e rovesci solo alla Liguria e si muove verso tutto il nord Italia. Piemonte, Liguria e Lombardia i primi obiettivi del maltempo, che incessante si sposta dalla Francia fin sopra al nord est Italia, promettendo le sue scariche di acqua anche a Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia.

Basta poco, scendere dall’Emilia Romagna in giù verso la Toscana, il Lazio e ancora le Marche e l’Abruzzo, passando dalla Campania e dalle massime a 30 gradi di Napoli, per arrivare fino alla Sicilia. Lì, nel centro e sud del Paese, le nuvole non arriveranno prima di lunedì 13 ottobre. Il sole regna sovrano e le temperature massime si spingono dai 24 gradi in su, fino ai 30, regalando ancora un meteo più estivo che autunnale. E risparmiando le altre regioni dall’inferno che si scatena su Genova e minaccia il resto del nord Italia.