Manina, pantomima Cdm tra le battute di Salvini e la supercazzola di Conte VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 ottobre 2018 22:47 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2018 22:48
Manina, pantomima in Cdm tra le battute di Salvini e la supercazzola di Conte VIDEO

Manina, pantomima Cdm tra le battute di Salvini e la supercazzola di Conte VIDEO

ROMA – La ormai celeberrima “manina” torna a tenere banco durante la conferenza stampa post Consiglio dei Ministri sulla pace fiscale: Matteo Salvini mostra la sua mano, Giuseppe Conte risponde in modo evasivo. Tra battute e supercazzole, nessuno spiega a cosa si riferisse Luigi Di Maio quando a Porta a Porta evocò un ritocco al testo della legge presentato al Quirinale. Lo stesso Di Maio (che pure era presente) non ha proprio preso la parola sull’argomento.

Era stata proprio la dichiarazione di Di Maio da Bruno Vespa a scatenare le liti tra Lega e M5s su quello che i grillini consideravano a tutti gli effetti un condono “tombale” per chi aveva debiti col Fisco e anche per chi non aveva la dichiarazione dei redditi in regola. E che poteva essere opera, se non di M5s, dell’altra forza politica al governo.

Questa la spiegazione di Conte, che si tiene ben lontano da una risposta soddisfacente al giornalista che gli aveva posto una precisa domanda sulla manina: “L’articolo 9 del dl è stato redatto nel corso di svolgimento del Cdm. Mi è stato portato un foglio, e si tratta di norme complesse e ho preferito quindi io stesso riassumere i termini dell’accordo politico e non enunciare l’articolo parola per parola che, comunque, non avrebbe chiarito”. “Ci siamo riservati di valutare se la traduzione tecnica esaudisse l’accordo politico raggiunto e quando siamo andati a confrontare abbiamo visto che la traduzione tecnica non rispecchiava l’intesa politica”, spiega Conte.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.