Casa riposo, ira omicida senza età: a 102 anni picchia e soffoca la vicina di anni 92

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 maggio 2019 14:32 | Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2019 14:32
Casa di riposo in Francia, ira omicida senza età: a 102 anni picchia e soffoca la vicina di anni 92

Casa riposo, ira omicida senza età: a 102 anni picchia e soffoca la vicina di anni 92 (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Casa di riposo, località Chezy Sur Marne, Nord Est della Francia. Casa di riposo per anziani, anche molto anziani. Di anziane lì ce ne sono due, vivono, dormono in due stanze l’una vicina all’altra. L’altro giorno una delle due viene trovata morta. Morta a 92 anni, non ci dovrebbe essere sorpresa. Invece la sorpresa c’è ed è grande: la donna di 92 anni ha il volto gonfio, quasi tumefatto. La sorpresa aumenta quando arriva il primo responso medico sulla morte: asfissia, asfissia da strangolamento. Con in più l’evidenza di colpi alla testa inferti prima dello strangolamento. Qualcuno dunque ha prima picchiato e poi strangolato la donna di 92 anni.

Qualcuno, ma chi? Nella stanza accanto un’altra anziana donna, addirittura di dieci anni più anziana della donna uccisa, una autentica vegliarda di 102 anni, farfuglia poche parole. Poche ma dal significato chiarissimo, inequivocabile. Le parole della centenaria, solo tre, sono : “Ho ucciso qualcuno”. Altro non dice ma basta, eccome se basta.

Una verifica delle circostanze e si ha la sostanziale conferma che sì, deve essere andata, è andata proprio così: la donna di 102 anni ha percosso, poi soffocato fino ad ucciderla la donna di 92 anni. Non ha detto perché ma è praticamente certo sia stata lei. Il perché, o almeno la ricerca sul perché, è ora affidata agli psicanalisti. Che qualcosa troveranno o diranno di aver trovato. E tutti più o meno daranno mostra di fidarsi di quel che gli psicanalisti referteranno come perché, magari remoto, magari complesso, ma comunque denominabile con qualche declinazione del concetto/parola di depressione.

5 x 1000

Ma la psicanalisi non potrà mai raccontare quale la vera molla, da dove a 102 la forza fisica di soffocare a mani nude un tuo simile. Da dove la determinazione, il rancore o la rabbia che si fanno muscoli, muscoli omicidi. Questo dove sarà certamente in parte nella biografia dell’omicida, forse in parte anche nell’istituzione casa riposo/ospizio per anziani. Il più però di questo dove è nella ferocia di cui la specie umana è dotata collettivamente e individualmente, ferocia che nessuna altra specie animale ha. Ferocia che spesso erutta, come erutta nube piroclastica un vulcano. Senza argini e misura. Anche da vecchi e stravecchi: l’ira omicida non ha età.