Francia: "Lobby tabacco finanziò studi su benefici nicotina"

Pubblicato il 1 Giugno 2012 19:54 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2012 19:55

PARIGI – Alcune holding del tabacco avrebbero finanziato laboratori di ricerca francesi con lo scopo di dare un'immagine positiva della nicotina: è quanto si afferma in un'inchiesta del quotidiano Le Monde pubblicata nel suo inserto 'Science & tecno'.

Secondo i documenti in possesso dal giornale, alcune lobby americane avrebbero finanziato ricerche – con compensi in denaro o in termini di carriera per i ricercatori – di istituti francesi prestigiosi come l'Institut Pasteur, per di seminare dubbi sulle conseguenze nocive della sigaretta e del fumo passivo.

Per i neurobiologhi Jean-Pierre Changeux e Jean-Pol Tassin queste ricerche sarebbero in parte state finaziate da RJ Reynolds (propriario della marca Camel) e Philip Morris.