Francia, sos armi chimiche: rubate tute anti Ebola a Parigi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Novembre 2015 11:03 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2015 11:04
Francia, sos armi chimiche: rubate tute anti Ebola a Parigi

Francia, sos armi chimiche: rubate tute anti Ebola a Parigi (foto di repertorio Ansa)

PARIGI – Torna l’incubo armi chimiche in Francia, armi chimiche ovviamente legate alla minaccia Isis: una decina di tute protettive, usate nei kit medici anti virus Ebola, una trentina di paia di stivali di polietilene – materia resistente agli agenti chimici – guanti, maschere antibatteri, sono state rubate questa settimana in un locale dell’ospedale pediatrico Necker di Parigi. Il furto è inquietante dopo la messa in guardia del primo ministro, Manuel Valls, su possibili attacchi terroristici chimici o batteriologici.

Al locale dal quale è scomparso il materiale hanno accesso “molte persone per l’approvvigionamento di materiale di uso quotidiano”, hanno detto fonti ospedaliere a media francesi. L’ospedale spiega che il furto è stato constatato mercoledì 18 novembre.

Proprio nei giorni scorsi il premier francese Manuel Valls aveva espresso i propri timori in tal senso: “Siamo in guerra, non una guerra di quelle a cui la storia ci ha abituato – ha detto Valls – Questa nuova guerra resta una guerra pianificata condotta da un esercito criminale, quello che è nuovo sono i modi di operare, di colpire, di uccidere, che evolvono senza sosta”.

“L’immaginazione macabra di chi dà gli ordini è senza limite: fucili d’assalto, decapitazioni, bombe umane, armi bianche”, ha aggiunto, specificando che “oggi non bisogna escludere niente, e lo dico con tutte le precauzioni che si impongono ma lo sappiamo e lo abbiamo in mente, può esserci anche il rischio di armi chimiche e batteriologiche”.

Per questo motivo gli ospedali francesi sono stati dotati di atropina solfato, considerato uno dei più potenti antidoti contro le armi chimiche, in particolare il gas sarin.