Germania, il Fritzl tedesco ammette: “Stuprai mia figlia, ed ebbi da lei otto figli”

Pubblicato il 21 Marzo 2011 16:03 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2011 21:54

Josef Fritzl

BERLINO – L’ex camionista tedesco accusato di avere abusato sessualmente per anni una sua figliastra, dalla quale ha avuto otto figli, ha ammesso oggi le violenze sessuali.

L’uomo, identificato solo come Detlef S., aveva già ammesso il mese scorso di avere avuto rapporti sessuali con la ragazza e di essere il padre dei bambini, ma aveva sostenuto che la giovane era consenziente.

L’uomo, 48 anni, di Fluterschen, un villaggio di circa 750 abitanti vicino a Coblenza (Ovest), è accusato di 350 casi di violenza sessuale su minori in un periodo di 20 anni e rischia una condanna a 15 anni di reclusione.

Il caso ricorda quello del ”mostro di Amstetten”, l’austriaco Josef Fritzl, 75 anni, condannato all’ergastolo per aver segregato e stuprato sua figlia – Elisabeth – per 24 anni.

[gmap]